Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

**G20: Draghi posa 'prima pietra' summit, asse con Biden su clima**

Di Redazione

Roma, 29 ott. "Stai facendo un lavoro straordinario. Abbiamo bisogno di dimostrare che le democrazie possono funzionare e che possiamo produrre un nuovo modello economico. Tu lo stai facendo!". Il G20 di Mario Draghi, in una Roma blindata e tornata al centro del mondo, prende il via con un Joe Biden entusiasta del lavoro portato avanti dall'ex presidente della Bce, traghettato a Palazzo Chigi da una pandemia che, nel marzo 2020, ha messo in ginocchio il Paese. Forte di una campagna vaccinale che avanza con decisione, di un'accelerazione sul green pass senza eguali in Europa e di un'Italia che finalmente è tornata a crescere, Draghi si affaccia al G20 supportato dall'asse con gli Usa.

Pubblicità

Joe e Jill Biden arrivano in ritardo a Palazzo Chigi e con un incidente di percorso: giungono prima della folta delegazione americana. Attendono in auto l'arrivo della 'coda' presidenziale, che corre lungo una via del Corso blindata. Ad attenderli all'ingresso del portone principale del Palazzo che dal 1961 ospita la sede del governo, Draghi e la consorte Serena, di solito restia a prendere parte ai summit internazionali ma stavolta, per il G20 di Roma, in prima linea. Le due first ladies - l'italiana in un elegante tailleur color porpora, Jill con un completo nero damascato - si intrattengono davanti a un tè mentre inizia il bilaterale tra i due presidenti che durerà oltre un'ora.

Draghi ringrazia Biden per il sostegno alla presidenza italiana del G20 e per l'impegno sul clima. Perché tra le sfide più grandi che attendono il summit di Roma c'è proprio questa, la transizione climatica, con Cina e India irrimediabilmente distanti persino sulla data del 2050 per centrare l'obiettivo emissioni zero. E poco dopo Biden, con un corteo presidenziale di gran lunga più modesto rispetto a quello statunitense, arriva a Palazzo Chigi proprio il premier indiano Narendra Modi.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: