Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

**Mafia: processo trattativa, difesa Mori chiede assoluzione perché il fatto non sussiste**

Di Redazione

Palermo, 28 giu. L'assoluzione per il generale Mario Mori "perché il fatto non sussiste" e "perché non lo ha commesso" è stata chiesta, alla fine della sua lunga arringa difensiva, dall'avvocato Basilio Milio, legale dell'ex alto ufficiale del Ros dei Carabinieri, imputato per minaccia a corpo politico dello Stato nel processo d'appello sulla trattativa tra Stato e mafia. "Chiedo in via istruttoria - dice ancora l'avvocato Milio - di potere produrre, perché necessari ai fini del decidere, i sette documenti citati in audizione", tra i quali spiccano le audizioni dei procuratori Alberto Di Pisa e Antonio Ingroia davanti alla Commissione antimafia, dell'ex procuratore aggiunto Vittorio Teresi al processo Borsellino quater. Il processo è stato rinviato a lunedì prossimo, 5 luglio per l'arringa dell'avvocato Francesco Romito che difende il colonnello Giuseppe De Donno.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: