Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Al via la nuova campagna di sensibilizzazione e informazione sulla malattia renale cronica: ne soffrono 6 milioni di italiani, ma solo 1 su 10 ne è consapevole

Di Redazione

(Milano, 26 ottobre 2021) - Attraverso una serie di contenuti social, video-interviste e la possibilità di effettuare un test di autovalutazione la Campagna si propone di sensibilizzare la popolazione, a partire dai soggetti più a rischio, sulla patologia e sull'importanza di una diagnosi precoce

Pubblicità

Milano, 26 ottobre 2021 – La Campagna, promossa da AstraZeneca con il patrocinio della Fondazione Italiana del Rene e del Forum Nazionale delle Associazioni di Nefropatici, Trapiantati d'organo e di Volontariato è volta a sensibilizzare la popolazione sull'importanza della prevenzione come chiave per controllare la progressione della malattia e prevenirne le complicanze.

Tenere sotto controllo la salute dei propri reni e adottare un'opportuna azione di prevenzione è molto importante, soprattutto se si considera che la malattia renale cronica è una patologia silente e una persona può perdere fino al 90% della funzione renale prima di soffrire di qualche sintomo e scoprire la malattia. Purtroppo, infatti, quando i reni si ammalano, il danno subito diventa spesso permanente, fino a rendere necessaria negli stadi più avanzati la dialisi e/o il trapianto di reni, causando un notevole impatto sociale con ricadute sulla qualità di vita dei pazienti e sul sistema sanitario. Vanno inoltre tenute conto l'alta incidenza della patologia e i numerosi fattori di rischio tra i quali l'età (la MRC colpisce fino a 1 persona su 2 dopo i 50 anni), e la presenza di pregresse patologie cardio-metaboliche, quali diabete (1 persona su 3), ipertensione (1 persona su 5) e scompenso cardiaco (1 persona su 3).

L'identificazione precoce dei pazienti a rischio è quindi fondamentale per poter agire in uno stadio iniziale della malattia in modo tale da prevenirne e rallentarne le complicanze Per fortuna, giungere a una diagnosi, aggiungendo alla normale routine di prevenzione semplici esami che permettono di valutare lo stato di salute dei reni ed evidenziare la presenza di eventuali danni renali, nonché determinare lo stadio della malattia (per es. esame delle urine e prelievo di sangue per la valutazione di creatininemia, creatinina e clearance creatinina) è relativamente semplice e può fare la differenza.

Proprio per favorire la corretta informazione sulla MRC, nasce la nuova campagna di informazione e sensibilizzazione promossa da AstraZeneca con il Patrocinio della Fondazione Italiana Rene e del Forum Nazionale delle Associazioni di Nefropatici, Trapiantati d'organo e di Volontariato, con l'obiettivo di sensibilizzare la popolazione sull'importanza di una identificazione precoce dei pazienti a rischio, promuovere l'attivazione della popolazione con più elevati fattori di rischio verso maggiori controlli preventivi e portare all'attenzione delle istituzioni l'urgenza di programmi di screening che contribuiscano a promuovere una diagnosi precoce.

“Il principale obiettivo della nostra campagna è di informare la popolazione su una malattia ancora poco nota, sebbene molto diffusa, e spesso sottovalutata, al fine di favorire una diagnosi precoce” afferma il Prof. Loreto Gesualdo, Presidente FIR, Fondazione Italiana del Rene “Se da un lato la malattia renale cronica è insidiosa perché silente, tanto che una persona può perdere fino al 90% della funzione renale prima di manifestare qualsiasi sintomo, dall'altro giungere alla sua diagnosi è relativamente semplice e può fare una grande differenza. La diagnosi precoce è, quindi, un elemento determinante per poter agire quando la malattia è negli stadi iniziali, permettendo sia di prevenire le complicanze, sia di ritardare la progressione della malattia stessa.” conclude Gesualdo.

La Campagna ha l'obiettivo di mettere in evidenza l'alta incidenza della malattia renale cronica attraverso il confronto tra situazioni che nella vita accadono molto raramente, con altre che invece ricorrono fin troppo spesso, in particolare se si è over 50 o si soffre di alcune specifiche malattie quali diabete, ipertensione e scompenso cardiaco, con l'obiettivo di promuovere l'informazione su questa patologia ancora poco conosciuta, sul senso di urgenza e sull'importanza di una identificazione precoce.

“Attraverso questa Campagna di informazione e sensibilizzazione, AstraZeneca conferma il proprio impegno al fianco dei pazienti e delle Associazioni Pazienti, al fine di favorire un'informazione corretta e mirata sulla malattia renale cronica che sottolinei l'importanza della prevenzione e dell'identificazione precoce dei pazienti a rischio” - aggiunge Ilaria Piuzzi, Head of External Communication & Patient Advocacy di AstraZeneca. “La malattia renale cronica infatti, oltre all'alta incidenza e ai numerosi fattori di rischio, presenta un elevato impatto sociale, che può essere ridotto mediante opportune azioni di informazione e prevenzione.

In questa direzione, il nostro impegno è sempre affiancato a partnership di valore come quella con FIR e al sostegno di iniziative che possano garantire un supporto concreto ai pazienti”.

AstraZeneca

Per maggiori informazioni:

AstraZeneca Italia

Ufficio stampa – CONNEXIA

Laura Cappelletti – M:+393881405929 – laura.cappelletti@connexia.com

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: