Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Arriva il G20 del Commercio: cosa ne pensano Joao Vale e Azevedo

Di Redazione

Pubblicità

Sorrento, 25 Ottobre 2021. Come si evince dal titolo, siamo arrivati di fronte ad un evento molto atteso, ovvero quello che possiamo definire come una nuova vita per il mondo del commercio, passando attraverso due tematiche molto calde e interessanti, il rilancio del multilateralismo commerciale, e la riforma del WTO (Organismo Mondiale del Commmercio).

Per fare il punto della situazione, si svolgerà a Sorrento un summit che anticiperà l'evento del G20, a cui parteciperanno molti personaggi di spicco dell'economia mondiale. Si riuniranno per confrontarsi su tre elementi chiave: le persone, il pianeta e la prosperità, per presentare al G20 proposte concrete in merito.

Joao Vale e Azevedo, presidente di Kunst Global (società operante nel campo dell'energia, delle telecomunicazioni e dell'intrattenimento), ha dichiarato in una recente intervista che “I governi di tutto l'Occidente sono intervenuti pesantemente per supportare l'economia, alterando così il libero mercato”. Frasi forti, ma che pongono comunque le persone di fronte al problema di un'economia già rallentata di suo in passato, e che ha subito unulteriore duro colpo con la pandemiadi Covid19.

Il virus e quello che ne è derivato, hanno acuito difficoltà già preesistenti, e hanno dato come risultato quello di portare alla chiusura di molte attività, soprattutto piccole aziende, o quelle a gestione familiare. Sempre Joao Vale e Azevedo, ha affermato che la crisi attuale avrà anche delle ripercussioni notevoli sulle metropoli, e per vedere questo basta osservare come in molte città i financialdistricts presentano strade deserte e negozi chiusi. Per questa ragione, il modo di vedere lo spazio urbano sarà destinato a cambiare, con conseguenze complessive al momento ancora imprevedibili.

Il summit nasce perché come dicono i partecipanti questo rappresenta il momento migliore per decidere di fare qualcosa di concreto, in quanto i dati del 2021 mostrano segnali di ripresa, se pur leggera e al momento insufficiente per il sostentamento delle imprese dei vari paesi, che faticano a riprendere la marcia di un tempo. Secondo quanto dicono i massimi esponenti che parteciperanno all'incontro, i vari stati non stanno intervenendo con sussidi e misure straordinarie che possano dare un incentivo alla ripresa, e quindi rimane alto il rischio di non resistere delle imprese, con il grave rischio di un disastro occupazionale.

Il piano di questo summit è molto chiaro, si pone come obiettivo primario quello di raggiungere un accordo stilando un documento definitivo che possa essere presentato al G20 che si svolgerà alla fine del mese di ottobre. Questo documento ha la missione di andare a sensibilizzare le potenze ad avviare delle politiche di intervento ben definite, le quali permettano ad ogni Paese di far fronte alle emergenze di salute pubblica, alla creazione di catene resilienti volte nello specifico all'approvvigionamento di prodotti farmaceutici e medici, a rimettere in sesto i rapporti e i sistemi commerciali in Europa e nel mondo, e infine, determinare quali sono nel dettaglio gli aiuti necessari alle piccole e medie imprese.

Si trova pienamente d'accordo con questa linea anche la presidenza italiana, che in merito a questo argomento ha dichiarato che è un dovere di ogni Paese quello di creare le condizioni per un reale e ambizioso rilancio, che possa essere efficace e allo stesso tempo sostenibile. Per fare questo, è una buona decisione quella di puntare anche su un impiego migliore e capillare delle energie rinnovabili, che hanno come missione aggiuntiva quella di proteggere l'ambiente e quindi, anche la stabilità climatica del pianeta.

Responsabilità editoriale: TiLinko.it – Img Solutions srl

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: