Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Azione: Richetti, 'è l'ora dei libdem, basta chiacchiere, noi partiamo' (3)

Di Redazione

Il congresso subito dopo l'elezione del presidente del Repubblica, c'è il rischio che sia il congresso che apre la campagna elettorale... "Non mi aspettavo certe mosse del Pd... Come il tavolo dei leader: qual è l'unico nome che potrebbe tenere insieme tutti sul Colle? L'unico è Draghi. Comunque nessun timore se si va al voto anticipato. Le campagne elettorali non ci fanno paura".

Pubblicità

E se invece non si andrà al voto, dopo il Quirinale potrebbe aprirsi una discussione sulla legge elettorale. Qual è la vostra posizione? "Io e Carlo siamo per il maggioritario ma prendiamo atto della realtà e forse è il caso di rimettere al centro un sistema tedesco proporzionale con sbarramento forte".

Tornando al congresso di febbraio, come è organizzato? "Intanto sarà un congresso aperto ai soli iscritti perché è giusto mettere al centro le persone che hanno formalmente aderito ad Azione. Siamo a 20mila, contiamo di crescere nelle prossime settimane. Il tour di Calenda serve anche a far crescere le adesioni. Dal 12 al 16 gennaio gli iscritti potranno eleggere i segretari provinciali e il segretario nazionale". Calenda quindi? "Sì, non mi sembra ci siano altre candidature... Gli iscritti eleggeranno anche i consigli direttivi provinciali - la somma dei direttivi provinciali comporrà l'assemblea regionale che eleggerà il segretario regionale- e, nella scheda in cui si vota per il segretario, eleggeranno anche i 300 membri che comporranno l'assemblea congressuale. Dal 18 al 20 febbraio ci sarà il congresso con la ratifica del segretario e l'elezione della Direzione nazionale di 30 membri. Siamo pronti a partire".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: