Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Bollette: Bonelli (Ev), 'Cingolani taglia rinnovabili per finanziare gas e Putin ringrazia'

Di Redazione

Roma, 19 gen. “La ricetta di Cingolani per ridurre l'aumento del costo della bolletta elettrica è quella di tagliare gli investimenti alle fonti rinnovabili per 5 miliardi di euro e i proventi delle aste Ets per 1,5 miliardi di euro, che per legge vanno a finanziare la mobilità sostenibile, rinnovabili e progetti di forestazione”. Lo dichiara, in una nota, il co-portavoce nazionale di Europa verde Angelo Bonelli.

Pubblicità

“Il ministro - dice Bonelli - fa esattamente il contrario di quello che dovrebbe fare ovvero favorire l'installazione delle rinnovabili per ridurre il prezzo della bolletta elettrica che ha un costo enormemente più basso del gas, oggi 19 gennaio 2021 il Pun ha superato i 234 euro Mwh mentre l'energia prodotta da solare in attesa sui 40 euro Mwh alcune settimane fa in Portogallo ha raggiunto i prezzo record di 14 euro Mwh. Se fosse raggiunto il target previsto dal green new deal europeo del 2030 ovvero il 72% di rinnovabili- continua l'esponente Verde - il costo della bolletta elettrica scenderebbe da 75 miliardi di euro a 45 con un risparmio di 30 miliardi di euro anno".

"Cingolani - continua Bonelli- demolisce le politiche ambientali e gli impegni assunti dall'Italia per contrastare il cambiamento climatico che hanno costi economici e sociali elevati, mentre tutela le lobby del petrolio che sono le responsabili di questo disastro legato all'aumento del prezzo dell'energia elettrica garantendo i 18 miliardi di euro di sussidi pubblici alle fonti fossili. Si tagliano le rinnovabili per finanziare il gas compromettendo gli obiettivi di rendere l'Italia autosufficiente dal punto di vista energetico così Putin ringrazia Cingolani mentre il clima e i portafogli degli italiani piangono: domani alle ore 11 in conferenza stampa presenteremo nostre proposte”, conclude Bonelli.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: