Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Caduta dei capelli: rimedi per una chioma folta e luminosa

Di Redazione

Pubblicità

Ragusa, 13/10/2021 - Ogni anno in autunno diversi fattori concorrono a favorire una maggiore caduta dei capelli: il cambio di stagione, lo stress, le carenze alimentari, alle volte anche gli sbalzi ormonali. Ogni giorno si possono perdere enormi quantitativi di capelli (basti pensare che una persona può arrivare a perdere da 50 a 80 capelli al giorno) ma è bene non farsi prendere subito dal panico perché bastano alcuni piccoli accorgimenti per porvi rimedio.

Le cause della caduta dei capelli

Affrontare situazioni stressanti

Lo stress è un acerrimo nemico per la salute dei capelli, e più in generale per la salute di ciascun individuo. Una situazione delicata come quella che stiamo vivendo ora, dovuta alla pandemia da Covid 19, sicuramente può incidere sulla normale caduta e sull'allungamento dei tempi di recupero. E' bene pertanto cercare di ridurre le situazioni o le compagnie che potrebbero portare all'insorgere di situazioni stressanti.

Un'alimentazione scorretta e la conseguente carenza di sostanze nutritive

Anche la scelta di uno stile di vita scorretto e un'alimentazione povera possono incidere sulla salute del capello. La mancanza di vitamine e minerali infatti influisce negativamente. È bene pertanto arricchire quotidianamente la propria tavola di pietanze realizzate con frutta e verdura. Tra gli ortaggi più indicati troviamo: il cavolo, la zucca, le carote, i pomodori. Mentre tra i frutti troviamo: gli agrumi. Anche le uova sono un alimento sano e fonte di omega 3 e 6. Qualora ciò non bastasse in commercio sono disponibili specifici integratori alimentari a base di vitamina C, zinco e biotina.

La scelta dei prodotti con cui trattare il capello

Anche l'utilizzo di prodotti cosmetici non adatta alla tipologia di capello e il ricorso a trattamenti troppo aggressivi dal parrucchiere possono stressare il capello. Nella maggior parte dei casi occorre scegliere uno shampoo delicato: i prodotti aggressivi, infatti, vanno ad infiammare il bulbo pilifero e a indebolire il capello. Un rimedio semplice e casalingo è l'utilizzo di uno shampoo a base di semi di lino: molto economico, dal punto di vista della spesa, anallergico e non inquinante. Bastano solo due ingredienti per ricreare lo shampoo in casa: acqua ed una manciata di semi di lino. Una volta che vengono lavati, i capelli devono essere spazzolati con cura servendosi di un pettine a denti larghi e le chiome devono essere tamponate prima di procedere all'asciugatura per assorbirne l'umidità. Se al termine della doccia si risciacqua il capello con acqua fredda, questa azione favorirà l'attivazione della circolazione del cuoio capelluto.

Il ricorso a specifiche lozioni anticaduta consentirà di riequilibrare il cuoio capelluto, donando energia e nutrimento al bulbo.

Qualora poi si volesse approfondire la salute del proprio capello è bene rivolgersi ad un medico specializzato il quale prescriverà visite più specifiche quali:

- una visita tricologica: con esame del capello e verifica di eventuale deterioramento strutturale

- una tricogramma: con analisi al microscopio di un campione di capelli per verificare il ciclo naturale di ricrescita

- un mineralogramma: con cui si individuano specifiche carenze alimentari

Per informazioni:

Il Quotidianodiragusa.it è una testata giornalistica iscritta al Tribunale di Ragusa e tratta diverse tematiche afferenti la città di Ragusa e più in generale la Sicilia.

Per informazioni:

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: