Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Calcio: Inzaghi, 'ero sereno anche a -10 dalla vetta, ora cresciamo di partita in partita'

Di Redazione

Roma, 4 dic. - "E' tanti anni che le mie squadre giocano in un determinato modo, cambiano i giocatori ma anche negli anni passati con la Lazio giocavamo bene e divertivamo. Non erano risultati casuali e scontati, ho avuto la fortuna di arrivare all'Inter anche perdendo giocatori importanti per la vittoria dell'ultimo campionato e adesso stiamo crescendo di partita in partita. Ero sereno anche quando eravamo a meno dieci dalla vetta, peccato per tre rigori che sono stati fatali contro Atalanta, Milan e Juventus". Così l'allenatore dell'Inter Simone Inzaghi dopo il successo per 3-0 sul campo della Roma.

Pubblicità

"Non so se sia la gara più bella della stagione, anche altre volte abbiamo giocato bene -aggiunge Inzaghi ai microfoni di Dazn-. Affrontavamo una Roma che aveva perso solo il derby in casa, abbiamo tante partite ravvicinate ma è stato un bellissimo segnale. I tifosi saranno contenti. Ho la fortuna di allenare giocatori importanti, ho fatto queste partite in emergenza e nessuno se n'è accorto. Nelle ultime cinque partite sono mancati tanti giocatori, D'Ambrosio non giocava da Empoli per esempio. Purtroppo giocando così tanto sono cose che capitano, vediamo ora Correa mentre non stava benissimo Lautaro speriamo di recuperarlo per martedì".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: