Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Caso Martina Rossi: Cassazione, ‘morì per sfuggire a stupro, unica verità processuale' (2)

Di Redazione

Per la Cassazione infine, “non vi sono elementi di sorta per poter accreditare la tesi del consumo di stupefacenti da parte di Martina assieme ad Albertoni, ricavata dalle asserzioni dello stesso imputato, una tesi che oltre a collidere con il dato oggettivo dei risultati negativi degli esami di laboratorio viene fondata su fragili basi deduttive”.

Pubblicità

Alla conferma delle condanne in Cassazione si è arrivati dopo l'Appello bis di Firenze che ha condannato i due imputati a 3 anni per tentata violenza sessuale di gruppo, essendosi prescritto da tempo l'accusa di morte in conseguenza di altro reato. In primo grado davanti al Tribunale di Arezzo il 14 dicembre 2018 Vanneschi e l'amico Albertoni vennero condannati a 6 anni di reclusione per tentato stupro e morte in conseguenza di altro reato. Il 9 giugno 2020 la Corte d'appello di Firenze li aveva poi assolti "perché il fatto non sussiste". La Cassazione però il 21 gennaio scorso ha annullato la sentenza di assoluzione disponendo un nuovo processo per i due imputati. Da lì si è arrivati all'appello bis a Firenze, confermato dai supremi giudici lo scorso 7 ottobre.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: