Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Consigli investimenti e conflitti interesse: come e quanto guadagnano banche, reti e consulenti finanziari

Di Redazione

Pubblicità

Per moltissimi risparmiatori non è infatti del tutto chiara la differenza tra una consulenza tradizionale, basata sulle commissioni, e una consulenza finanziaria indipendente, e non è chiaro come realmente funziona il sistema delle retrocessioni alla base dei costosi prodotti finanziari tradizionali.

COME FUNZIONA LA CONSULENZA FINANZIARIA TRADIZIONALE?

In modo chiaro e semplice, Salvatore Gaziano, Responsabile Strategie di Investimento, spiega come funziona la consulenza finanziaria tradizionale e quella indipendente, e grazie anche a un esempio pratico si può capire quanto incidono le commissioni dei prodotti finanziari sul rendimento degli investimenti.

In Italia la remunerazione del servizio di consulenza si basa, nel 90% dei casi su un modello "commission only" ovvero “solo commissioni” in cui il consulente finanziario o private banker distribuisce/colloca il prodotto finanziario e viene pagato a provvigione dalla banca o rete distributiva, che a sua volta per questa attività di collocamento ovvero di vendita di un prodotto finanziario al cliente finale viene retribuita dall'emittente del prodotto finanziario.

In sintesi: quando si compra un prodotto o strumento finanziario raccomandato da una banca o un consulente nella maggior parte dei casi sono pagati per venderlo! Il loro guadagno consiste nel fatto che parte dei costi che gravano sul prodotto gli vengono retrocessi da chi confeziona il prodotto.

Il problema esiste, come è noto, anche nelle filiali delle banche dove da molto tempo i dipendenti denunciano le pressioni dei capi area affinché chi è allo sportello collochi ai risparmiatori in modo quasi selvaggio fondi, polizze, certificati o altri prodotti finanziari lucrosi per la banca.

E IL CONSULENTE INDIPENDENTE?

Il consulente indipendente o autonomo secondo la definizione normativa italiana non può ricevere da società di gestione o emittenti di prodotti finanziari alcun tipo di provvigioni per la vendita.

Nei Paesi finanziariamente evoluti come Stati Uniti e in Europa la Gran Bretagna la commissione a parcella (fee only) ovvero indipendente è la norma, e 9 americani su 10 ritengono che il consulente debba mettere i loro interessi al di sopra dei propri e debba informarli su eventuali conflitti di interesse.

In Italia, purtroppo, questa non è la norma, ma piuttosto l'eccezione. La norma è pagare il costo della consulenza tramite i prodotti consigliati alimentando un forte potenziale conflitto d'interesse e la moltiplicazione dei costi addebitati agli investitori.

CHI È SOLDIEXPERT SCF

Fondata da Roberta Rossi e Salvatore Gaziano, consulenti finanziari autonomi, SoldiExpert SCF è una delle principali società di consulenza finanziaria (SCF) indipendente a livello nazionale. Iscritta all'Albo OCF SoldiExpert SCF è una società che fornisce esclusivamente consulenza su base indipendente (e anche sul fronte in-formativo sul proprio blog, su YouTube e sul proprio canale podcast, RadioBorsa) ha scelto di essere coerente con questa missione. Vanta una clientela presente in tutta Italia e assiste risparmiatori e investitori con patrimoni di ogni tipo (da famiglie private, imprenditori e manager a gestioni patrimoniali per conto di banche nazionali) ed è in grado grazie al proprio Ufficio Studi e all'esperienza accumulata di fornire consulenza patrimoniale per ogni esigenza (una tantum, continuativa) e obiettivo (portafogli d'investimento, consulenza gestioni patrimoniali, analisi finanziaria e portafogli self-service, check up portafogli, previdenza e pianificazione patrimoniale e successioni).

Per maggiori informazioni:

Risorse:

Contatti SoldiExpert SCF:

Numero Verde 800.03.15.88

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: