Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Cyber Week 2021: le vendite online a livello globale hanno raggiunto il massimo storico di 275 miliardi di dollari, in aumento del 2% rispetto al 2020

Di Redazione

(Milano, 2 dicembre 2021) - L'inflazione ha causato un'impennata nei prezzi dei prodotti; i prezzi sono aumentati del 5% rispetto all'anno precedente

Pubblicità

Le scorte di magazzino si sono ridotte del 5% rispetto al 2020 a causa dei noti problemi alla catena di approvvigionamento

Buone le performance per le nuove modalità di pagamento: con prezzi più alti e meno sconti un numero crescente di consumatori ha abbracciato il Buy Now Pay Later

Milano, 2 dicembre 2021 - Salesforce (NYSE: CRM), azienda leader mondiale nel CRM, ha pubblicato oggi il suo rapporto annuale sulla Cyber Week, che analizza i dati sugli acquisti di oltre un miliardo di consumatori sulla piattaforma Salesforce Customer 360 utilizzata per attività di marketing, ecommerce e post vendita. Nel complesso, le vendite globali online del 2021 hanno raggiunto il massimo storico di 275 miliardi di dollari, in aumento del 2% rispetto al 2020.

I dati mostrano che il trend degli acquisti digitali, rafforzatosi durante la pandemia, è ancora ben presente e continua a crescere nonostante i prezzi più elevati, gli sconti meno rilevanti e dalla diminuzione delle scorte di prodotto. La stessa Cyber Week (23-29 novembre) ha visto una crescita moderata con i consumatori che hanno scelto di acquistare in anticipo rispetto al tradizionale picco di fine mese.

Top Salesforce 2021 shopping insights

● Quest'anno lo shopping natalizio sembra iniziato molto prima con i consumatori che, alla ricerca di opportunità, hanno speso 297 miliardi di dollari a livello globale (+5% rispetto all'anno precedente) nelle prime tre settimane di novembre. Durante la Cyber Week, le vendite globali hanno raggiunto 275 miliardi di dollari (+2% rispetto all'anno precedente). Stessa percentuale (2%) per il solo Black Friday.

● I consumatori si trovano di fronte prezzi più alti e meno sconti. Durante la Cyber Week, il prezzo medio di vendita è aumentato del 5% a livello globale rispetto allo scorso anno. Contestualmente, lo sconto medio durante la Cyber Week è stato del 24% a livello globale (in calo dell'8% rispetto all'anno precedente).

● La crisi della catena di approvvigionamento durante il periodo pre-natalizio lascia ai consumatori meno opzioni per i regali: i continui e persistenti problemi della catena di approvvigionamento hanno fatto sì che gli scaffali digitali non fossero così ben forniti come negli anni passati. I cataloghi di prodotti (numero di prodotti venduti) durante la Cyber Week si sono ridotti del 5% a livello globale rispetto allo scorso anno.

● L'inflazione ha spinto verso nuove modalità di pagamento: con prezzi più alti e meno sconti, i consumatori hanno abbracciato le offerte Buy Now, Pay Later (BNPL). A livello globale, l'utilizzo del BNPL durante la Cyber Week è cresciuto del 29% rispetto all'anno precedente (8% di tutti gli ordini) con oltre 22 miliardi di dollari di ordini finanziati. Durante il Black Friday, il 7% degli ordini globali sono stati pagati con la modalità Buy Now Pay Later (BNPL).

● I consumatori preferiscono i negozi che offrono la possibilità di acquistare online e ritirare in store: i consumatori hanno continuato a dare priorità a salute, sicurezza, convenienza e fiducia in questa Cyber Week.

“Nonostante prezzi più alti e “scaffali digitali” meno forniti, gli acquisti online continuano a crescere a conferma che il cambio nelle abitudini di acquisto da parte dei consumatori è ormai un dato di fatto”, ha dichiarato Gianluca De Cristofaro, Regional Vice President Commerce Cloud di Salesforce Italia. “Per rispondere a questa nuova realtà, le aziende si stanno attrezzando mettendo a disposizione dei consumatori non solo piattaforme di eCommerce sempre più performanti ma vere e proprie Customer Data Platform che abilitano strategie multicanale per offrire al cliente esperienze uniche e personalizzate”.

Maggiori informazioni:

Contatti

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: