Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Difesa: Patuanelli, 'impegni Nato da rispettare ma non ora'

Di Redazione

Roma, 30 mar "Sono totalmente d'accordo con Conte. Io credo che non si debba retrocedere dagli impegni presi nel 2014 in ambito Nato ma oggi abbiamo imprese costrette a chiudere e cittadini in gravi difficoltà per i costi dell'energia, se la curva di crescita delle spese militari è compatibile con la vita del nostro paese lo si fa, ma penso che ora ci siano altre priorità. Questo non significa retrocedere da un impegno". Lo ha detto il ministro delle Politiche agricole Stefano Patuanelli, M5s, a The Breakfast Club su Radio Capital.

Pubblicità

"Nel decreto Ucraina c'è un impegno a rispettare gli impegni della Nato che non è mai stato messo in discussione dal Movimento. Noi mettiamo in discussione questo enorme salto delle spese militari, 12-13 miliardi in più: soldi che ora servono ad altro e non a un progetto futuro che sicuramente dobbiamo rispettare ma che possiamo farlo con i tempi adeguati", ha spiegato.

"Crisi di governo? Perché ogni volta che il Movimento 5 stelle pone un tema politico si deve parlare di crisi di governo, mentre ci sono forze politiche che hanno votato in modo difforme alla maggioranza dentro il consiglio dei ministri e non è successo mai niente. Ricordo che per tre volte la Lega in consiglio dei ministri non ha votato i provvedimenti del governo, non si è mai paventata nessuna crisi. Fratelli d'Italia chiede di finanziare le spese militari con il reddito di cittadinanza? Una proposta che si commenta da sola", ha detto ancora Patuanelli.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: