Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

DiGiEmme: «Finestre sempre più vulnerabili: questo è il momento giusto per sostituirle beneficiando del Bonus Sicurezza»

Di Redazione

(Parma, 7/7/22) - Il 50% di detrazione delle spese sostenute permette di risparmiare: la finestra in acciaio mette al riparo da sgradite sorprese.

Pubblicità

Parma, 7 luglio 2022. «Secondo gli ultimi dati Censis le finestre sono tra le vie d'accesso più utilizzate dai ladri per penetrare in case e appartamenti. È questo il momento giusto per beneficiare della detrazione del 50% del Bonus Sicurezza che comprende tutto il mondo dei serramenti e consente di sostituirli con soluzioni più performanti e, soprattutto, sicure», esordisce Alessandro Dall'Aglio, titolare con Maurizio Marchini e Sergio Giuffredi di DiGiEmme, azienda storica da ben 40 anni leader nella progettazione e nell'installazione di porte blindate e serramenti di sicurezza, a San Polo di Torrile (PR) e Reggio Emilia.

«Mentre durante il lockdown, con una maggiore permanenza a casa, si è registrata una diminuzione di effrazioni, con la ripresa del lavoro in sede sono ripresi anche gli scassi. E tra i varchi preferiti dai ladri ci sono proprio le finestre che spesso, a differenza della porta blindata che un po' tutti abbiamo, non posseggono sistemi di sicurezza validi. Molte persone si sentono fuori pericolo perché hanno fatto installare delle inferriate alle finestre, ignorando, tuttavia, che i ladri sono sempre un passo avanti e anche in questi casi adottano strumenti sempre più efficaci, portatili, maneggevoli e soprattutto silenziosi per forzare le grate e le finestre. Per nostra esperienza il pericolo di intrusione è sempre elevato e molto presente».

Quindi mettere in sicurezza le proprie finestre non è più una possibilità come tante ma è diventato un imperativo categorico. Tanto più che col Bonus Sicurezza sostituire le normali finestre con quelle di sicurezza è un'opportunità da non lasciarsi sfuggire.

«Grazie al bonus del 50% con recupero fiscale in 10 anni – spiega Giuffredi - tutto questo è possibile. Si tratta di un intervento in edilizia libera che non limita la spesa con massimali da rispettare, per cui non è necessario presentare alcuna domanda. La spesa sostenuta viene recuperata in dieci anni, l'iter è più snello e non prevede la burocrazia, i vincoli e i rischi dello sconto in fattura immediato e della cessione del credito che, comunque, non sono applicabili a questa specifica agevolazione».

Le finestre in acciaio rappresentano dunque la soluzione ideale per chi desidera dormire sonni tranquilli: «Oggi disponiamo di finestre in acciaio antieffrazioni, sicure e resistenti – conclude Marchini -. L'acciaio, infatti, ha vissuto in questi anni una sorprendente evoluzione tecnica che l'ha reso il materiale d'eccellenza con proprietà di altissima resistenza e di grande isolamento termico e acustico. Esistono tante soluzioni e profili tra cui scegliere, tutti con eccellenti prestazioni che coniugano esigenze antieffrazione e antivandalismo grazie all'inserimento di vetri antisfondamento e antimazza. La longevità, la poca manutenzione e l'estrema personalizzazione ne fanno il prodotto consigliabile per tutti i contesti, anche quelli storici con vincoli architettonici, tanto che sempre più architetti e designer apprezzano la natura minimale e leggera dei telai che diventano elementi estetici molto accattivanti e che

garantiscono ampio passaggio di luce naturale e possono essere personalizzati con vernici e colori ad hoc. Se a tutto ciò aggiungiamo che non si rinuncia alla sicurezza è chiaro come le finestre in acciaio siano la soluzione migliore, anche rispetto a inferriate e a diversi sistemi oscuranti, per chi desidera sostituirle… risparmiando!».

Contatti: www.digiemmenet.it

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: