Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Europei: allarme covid, 16 tifosi danesi e 86 finlandesi positivi

Di Redazione

Roma, 25 giu. (Adnkronos/Dpa) - Diversi tifosi finlandesi sono risultati positivi al coronavirus al loro ritorno dalla Russia dopo la partita della fase a gironi di Euro 2020 contro il Belgio lunedì a San Pietroburgo. I media finlandesi hanno riferito giovedì scorso che finora 86 persone sono risultate positive al coronavirus. Centinaia di finlandesi si erano recati in Russia per seguire la partita.

Pubblicità

La Danimarca nel frattempo ha riportato 16 positivi al coronavirus dai fan che hanno assistito alla loro ultima partita del girone contro la Russia a Copenaghen, inclusi quattro con la variante Delta più contagiosa. A tutti i tifosi che hanno assistito a quella partita è stato chiesto di sottoporsi a test Pcr. Nove tifosi sono risultati positivi alla variante Delta dopo il precedente match con il Belgio. Non tutti i test effettuati al confine finlandese sono stati ancora analizzati e si prevede un ulteriore aumento dei casi. Circa 800 persone sono entrate nel Paese senza essere state testate perché le capacità di test alla frontiera non erano sufficienti. L'autorità sanitaria finlandese Thl ha consigliato ai tifosi di ritorno dalla Russia di sottoporsi al test non più di 72 ore dopo il viaggio e di evitare nel frattempo contatti.

Lothar Wieler, presidente dell'ente tedesco per il controllo delle malattie, il Robert Koch Institute (Rki), ha dichiarato venerdì al quotidiano Rheinische Post che non ha senso che le persone viaggino in tutta Europa durante la pandemia di coronavirus. Wieler ha anche rivelato la sua poca simpatica per gli stadi pieni: "dal punto di vista della medicina infettiva, questa non è una buona idea", ha detto.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: