Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Falcone: Crippa, 'eredità da non disperdere, noi non dimentichiamo'

Di Redazione

Roma, 23 mag. “Trent'anni fa, le bombe che uccisero Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, cambiarono per sempre la storia del nostro Paese. Ma allo stesso tempo, quell'orrore generò una coscienza nuova, una nuova consapevolezza, una ribellione nei confronti di Cosa Nostra. È questa l'eredità più preziosa lasciata dal sacrificio di tanti uomini onesti che hanno combattuto contro le organizzazioni criminali. Il nostro compito è quello di non dimenticare, di non disperdere questo patrimonio”. Lo dichiara Davide Crippa, capogruppo del Movimento Cinque Stelle alla Camera dei deputati.

Pubblicità

“Il giorno della strage ero un ragazzo - ricorda Crippa - e le immagini di quell'autostrada sventrata dal tritolo si sono impresse nella mia mente. Oggi, da uomo delle istituzioni, sento la responsabilità enorme di combattere le mafie attraverso fatti concreti, leggi, provvedimenti. Il Movimento cinque stelle su questo piano non ha mai avuto dubbi e tentennamenti. Sappiamo da che parte stare. E non dimentichiamo”, conclude il capogruppo Cinque stelle a Montecitorio.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: