Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Fondazione Cariplo: Fosti, 'da 30 anni al servizio delle persone e del loro potenziale'

Di Redazione

Milano, 28 giu. E' una forza che guarda al futuro quella di Fondazione Cariplo, che celebra i suoi primi 30 anni con numeri da capogiro: 35mila i progetti sostenuti sul territorio lombardo e nelle province piemontesi di Novara e Verbania e oltre 3,5 miliardi di euro donati a iniziative sociali nei tradizionali quattro settori di intervento: Ambiente, Arte e Cultura, Ricerca scientifica, Servizi alla persona. "In questi 30 anni - sottolinea all'AdnKronos il presidente Fondazione Cariplo, Giovanni Fosti - bisogna pensare alla quantità di organizzazioni di terzo settore e di soggetti istituzionali che hanno potuto muoversi e dare vita alle proprie idee grazie a questi contributi. Danno l'ordine di grandezza di un grandissimo investimento sulla nostra comunità, sulle nostre persone e sul loro potenziale".

Pubblicità

Fondazione Cariplo ha compiuto 30 anni nel dicembre scorso e ha scelto il mese di giugno per celebrare questo momento, tornando a incontrare in presenza le sue comunità, fatte di realtà non profit, imprese sociali, università, istituzioni locali e imprese con cui Fondazione Cariplo dialoga e opera ogni giorno. Per questo ha ideato il percorso partecipativo 'Looking 4', quattro giornate in diverse città (Novara, Cernobbio, Brescia e Pavia) ciascuna dedicata a una delle tematiche chiave su cui la Fondazione Cariplo è impegnata, con un approccio fortemente intersettoriale.

"L'importanza dei dati sta emergendo in modo evidente - osserva Fosti - il big data è un'aere di analisi da approfondire l'oggetto di lavoro della data di Pavia è proprio sul tema dei dati, sia dal punto di vista delle scienze mediche, di quelle cosiddette 'dure' e sia delle scienze sociali. E' un modo di dare un contributo nuovo, che rientri nel perimetro di dare valore alle nostre comunità". Da quando è nata nel 1991 la Fondazione ha raccolto una eredità centenaria, quella della Cassa di Risparmio delle province lombarde Cariplo, che, oltre a quella bancaria, svolgeva attività filantropiche fin dal 1816 sotto la guida della Commissione Centrale di Beneficenza lo stesso nome mantenuto ancora oggi dall'organo di indirizzo dell'ente filantropico proprio a confermare il legame storico e valoriale con quelle radici.

Oggi la vera sfida per la Fondazione è saper leggere la realtà e i suoi cambiamenti per imparare continuamente come essere utile e come generare valore per le comunità. Per questo, durante la pandemia, per affrontare la grave situazione di emergenza sanitaria, Fondazione Cariplo è scesa immediatamente in campo. Molte le iniziative attivate da marzo 2020 per sostenere le organizzazioni e gli enti nei territori colpiti, dai fondi di comunità per aiutare le persone in difficoltà, al Bando con Regione Lombardia e Fondazione Veronesi per far progredire la conoscenza della Sars-CoV-2, al ponte aereo umanitario Cina/Italia per accelerare l'afflusso da Pechino di materiale medico-sanitario urgente.

E ancora il progetto Qubì per aiutare le persone in forte difficoltà economica, la partecipazione al Fondo di garanzia delle Fondazioni (5 milioni di euro) istituito da Acri. Inoltre, con il nuovo Bando Networking, ricerca e formazione sulla sindrome post-Covid, che prevede iniziative di altissimo valore scientifico cui sono destinati complessivamente 2 milioni di euro, Cariplo mantiene il suo impegno nella ricerca scientifica.

"Ci siamo attivati immediatamente - ricorda Fosti -. Eravamo ancora in lockdown quando abbiamo iniziato a lavorare su un bando per favorire la ricerca che approfondisse i dati e le conoscenze attorno al Covid. Allo steso tempo abbiamo cercato di reagire e guardare avanti. Recentemente abbiamo avviato un bando per il Long Covid, abbiamo cercato di reagire prontamente durante la pandemia e stiamo facendo lo stesso adesso di costruire le condizioni per azioni che ci portino nel futuro".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: