Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Formazione: arriva il coach per i multipotenziali, un professionista in grado di far emergere il talento distintivo individuale

Di Redazione

Così le nuove frontiere del coaching si ampliano e si estendono ad abbracciare tratti della personalità un tempo considerati fragilità, che invece nascondono capacità di resilienza e di adattamento superiori alla media

Pubblicità

Milano, 26 maggio 2022 - Il coaching è un fenomeno relativamente nuovo: nato negli Stati Uniti alla fine degli anni '80, si è rapidamente sviluppato, tanto che nel mondo muove attualmente un giro d'affari da un miliardo e mezzo di dollari.

In Italia si tratta di un mercato stimato in circa quindici milioni di euro, con circa 1.500 i professionisti iscritti alle associazioni di categoria. Secondo i dati raccolti da PricewaterhouseCoopers, nel 2020 erano circa 87.000 i coach nel mondo, concentrati in particolare negli Stati Uniti e in alcuni Paesi europei.

Con il passare degli anni, e con la crescita degli investimenti in questo settore, sono aumentate anche le specializzazioni professionali, e dal mental coaching ‘tuttofare' si è passati a categorie sempre più specialistiche e di nicchia: sport coaching, business coaching, executive coaching, coaching aziendale sono solo alcune delle declinazioni nate per affiancare le persone nella scoperta, nello sviluppo e nell'applicazione dei propri talenti alla sfera personale e lavorativa.

Fra questi c'è anche chi ha deciso di focalizzarsi sulla multipotenzialità, ovvero su quella caratteristica tipica di una categoria di persone in grado di riuscire in diverse attività, ma per indole poco incline a focalizzarsi su qualcosa di preciso, spesso vittima di frustrazione perché in cerca di un'identità personale, di una vocazione, che tarda ad arrivare.

Camillo Scavo, mental coach, classe 1988, dopo aver conseguito la massima certificazione in programmazione neurolinguistica

è arrivato così a costruire la sua particolare specializzazione nell'ambito della formazione proprio come coach dei multipotenziali, ovvero coloro che hanno molti talenti ma altrettante difficoltà a individuare quale sia quello che li guida nella vita, e, al contempo, a non perdere la motivazione in ciò che fanno.

I multipotenziali si trovano spesso alle prese con l'insoddisfazione di sentirsi poco lineari rispetto alla maggioranza delle persone. In una società che tende alla verticalizzazione, alla specializzazione in una specifica competenza, può essere davvero difficile convivere il bisogno di spaziare tra tanti campi e conoscenze. Senza un aiuto che gli permetta di mettere a fuoco meglio le proprie caratteristiche, i multipotenziali tendono a sentirsi inadeguati alle richieste. Hanno bisogno di scoprire che ciò che viene contestato come una serie di fragilità, sono in realtà veri punti di forza e, se sviluppati, li possono rendere straordinari.

Per un manager o un imprenditore può essere complicato realizzare di trovarsi di fronte a risorse con questa caratteristica, e ancora più complicato gestirle e guidarle. Lavorare con un team di multipotenziali è un compito delicato e sono molti gli aspetti da tenere in considerazione. La formazione aziendale multipotenziale mira a sostenere il leader nel suo compito di guida e il team nella creazione di sinergie, attraverso un'attività di coaching personalizzata. Una sorta di bussola per orientarsi meglio e arrivare prima agli obiettivi prefissati.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: