Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

In Puglia produzione spaghetti all'Alga Spirulina, cibo degli dei e del futuro

Di Redazione

Bari, 28 set. Nell'antichità era considerato 'il Cibo degli dei', la Fao l"ha definito il 'Cibo del futuro' "sia per le proprietà nutritive che per la sostenibilità ambientale". Così Raffaele Settanni, cofounder di Apulia kundi, una start up pugliese, ha presentato l'Alga Spirulina che viene coltivata nelle vasche in serra dello stabilimento Andriani, un pastificio di Gravina in Puglia, in provincia di Bari che ha sposato il progetto fungendo da acceleratore di impresa. Con il brand di Felicia la Andriani ha cominciato a produrre da pochissimo anche pasta alla Spirulina, 100% italiana, precisamente spaghetti, per il momento solo un formato lungo ma sono allo studio altri formati di pasta corta. Il progetto è stato presentato oggi da Raffaele Raso, Csr&Sustainability Manager di Andriani, da Michele Andriani, presidente e amministratore delegato della stessa società, da Danila Chiapperini, cofounder di Apulia Kundi insieme a Settanni. Ha partecipato anche Alessia Marcuzzi, testimonial di Felicia, brand di Andriani. Nel 2020 ApuliaKundi srl e Andriani spa società benefit hanno fatto rete e avviato una partnership, unite da valori condivisi, dando vita ad un progetto di economia circolare attraverso la creazione di un modello di sviluppo sostenibile. Il 'contatto' della giovane start up pugliese con uno dei primi esseri viventi della terra (i ricercatori ritengono che abbia una 'storia' di miliardi di anni e quindi in qualche modo all'origine della vita) e' avvenuto in terra africana, in occasione di un progetto di cooperazione internazionale in un villaggio in Malawi. Nel 2010 l'idea ha cominciato a prendere corpo. Da quel momento Apulia Kundi, che ha utiliizzato tra le altre cose 'Principi Attivi' una innovativa misura della Regione Puglia dedicata alle imprese nascenti, ha scelto di occuparsi di ricerca nell'ambito delle micro alghe e di produzione di Spirulina K, italiana, biologica, naturale e pura al 100%. "Le due realtà - spiega Andriani - si sono unite sulla base di valori condivisi che le vedono concorrere insieme verso un obiettivo sinergico di sostenibilità ambientale: un'iniziativa imprenditoriale innovativa, con l'obiettivo di preservare le risorse naturali del pianeta come l'acqua".  L'impianto di coltivazione installato ed ospitato nella sede di Andriani a Gravina in Puglia, infatti, utilizza acqua proveniente dal suo processo di produzione della pasta, trattata attraverso un impianto di ossidazione abbinato ad uno di osmosi inversa, per la produzione di micro alga Spirulina ApuliaKundi, chiudendo in tal modo il processo virtuoso di economia circolare messo in atto. La Spirulina prodotta da ApuliaKundi in cooperazione con Andriani, 100% italiana, naturale e biologica, è coltivata in un ambiente controllato, al fine di garantire standard qualitativi elevatissimi. La micro alga, dopo essere stata raccolta dalle vasche di produzione attraverso filtri a maglie molto strette, è pressata, estrusa ed essiccata a freddo al fine di preservare le sue caratteristiche nutrizionali. Successivamente, una parte di questa incredibile materia prima verrà utilizzata da Andriani come ingrediente nella produzione di pasta biologica e naturalmente gluten free a marchio Felicia, e l'altra per diverse formulazioni ApuliaKundi, tra cui stick, compresse e prodotti funzionali già in commercio. Per Felicia è stato sviluppato il formato Spaghetti alla Spirulina, che sta facendo il proprio ingresso in questi giorni nella Grande distribuzione organizzata. Sono inoltre allo studio nuovi formati. Il processo di pastificazione con le materie prime avviene aggiungendo la Spirulina essiccata e macinata alla farina di riso integrale. L'alga spirulina (chiamata cosi per la sua forma a spirale osservabile solo attraverso un microscopio) possiede un alto valore nutrizionale; fonte di fibre, di ferro, di potassio; gusto sorprendente e salino, sebbene la Spirulina non sia un'alga marina.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: