Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

M5S, Taverna in lacrime per errore staff su Facebook: "Sono disperata"

Di Redazione

Roma, 29 giu. Piange a singhiozzi Paola Taverna, raggiunta telefonicamente dall'Adnkronos dopo il 'giallo' del post pubblicato su Facebook e poi sparito dopo pochi minuti dalla Rete. Un post in cui chiede a Beppe Grillo, senza giri di parole, perché stia legittimando Giuseppe Conte. "Ho chiamato Conte, ora sentirò Beppe, ma sono disperata - si sfoga in lacrime - mai avrei fatto o pensato nulla di simile, perché, mi chiedo, perché è successa questa cosa?". Dietro l'errore la 'manina' di un uomo del suo staff, un attivista di vecchio corso, "non so se voleva pubblicarla sulla sua pagina, non so cosa diavolo sia successo - prosegue Taverna irrefrenabile - so solo che mi ha ammazzata, e che ho chiesto di allontanarlo immediatamente. Mi ha fatto un danno incredibile, io non riesco ancora a credere sia successo".

Pubblicità

"Mai avrei fatto un affondo di questo tipo, non sono cose che penso, che credo. Sto dando la vita per il M5S, ho perso anche la maturità di mio figlio e sono una mamma, una donna provata. Mai lederei al mio Movimento con un affondo simile", continua in lacrime.

Intanto la comunicazione della vicepresidente del Senato dirama una nota a suo nome: "Questa mattina è apparso sulla mia pagina Facebook un post, subito cancellato, pubblicato per errore da uno dei miei assistenti. Il post era destinato alla sua pagina personale, ma ha sbagliato accesso alla piattaforma. Il post ovviamente non rispecchia in alcun modo le mie opinioni. Prenderò provvedimenti verso la persona in questione".

Poi il chiarimento, in Senato, con Beppe Grillo. "Non lo avevo nemmeno letto...", avrebbe detto Grillo a Taverna, secondo quanto viene riferito all'Adnkronos.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: