Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Medicina: Sla, identificato un nuovo potenziale approccio terapeutico (3)

Di Redazione

Il gruppo di Elisabetta Ferraro si è occupato di analizzare alcuni aspetti del metabolismo e dell'atrofia muscolare nonché gli aspetti molecolari relativi alla giunzione neuromuscolare nei modelli in studio in seguito alla somministrazione di Trimetazidina.

Pubblicità

"Vedere potenzialmente applicabili anni di studio sulla possibile efficacia di questo farmaco anti-anginoso anche alle patologie muscolari e, in particolare alla Sla, dà senso al nostro lavoro, alla nostra perseveranza e a tutti le difficoltà incontrate. La nostra profonda speranza e ciò che guida le nostre azioni è che lo stesso effetto benefico osservato in preclinica si esplichi anche sui pazienti", ha commentato la ricercatrice Ferraro.

"Siamo molto felici di aver sostenuto questo studio preclinico", commenta il presidente di Fondazione Arisla, Mario Melazzini, "che ha prodotto risultati così importanti su aspetti rilevanti nell'identificare sul modello animale potenziali bersagli terapeutici e consentire l'avvio di uno studio clinico nello stesso ambito di ricerca. Siamo consapevoli dell'urgente bisogno di terapia per le persone che combattono contro la malattia, ma è necessario rispettare i tempi della ricerca, affinché si valuti la sicurezza e l'efficacia di ogni nuovo approccio terapeutico. Il nostro impegno come Fondazione è di continuare ad investire nell'eccellenza della ricerca con l'obiettivo di poter ottenere ulteriori risultati utili alla sconfitta della malattia".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: