Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Pagamenti: Flowe in prima linea per l'educazione finanziaria (2)

Di Redazione

“Sono molti i giovanissimi che effettuano acquisti online, non sempre con la supervisione dei genitori - ha spiegato Cosimo Finzi, sociologo e ricercatore, Ad di AstraRicerche - è evidente come una cultura economico-finanziaria superiore a quella oggi posseduta sia necessaria fin da piccoli, e che non sia un percorso facile in un Paese in cui ci sono grandi carenze in termini di capacità di comprensione dei testi e logico-matematiche. La crescita dell'educazione in questi ambiti serve quando si è giovani, quando si è adulti e senza dubbio quando si è genitori”.

Pubblicità

Secondo la ricerca, nella quasi totalità dei casi, le famiglie italiane avvertono come propria la responsabilità dell'educazione finanziaria dei giovani, in capo prevalentemente ai genitori, che per il 92% ritengono importante formare i più piccoli già alla fine delle scuole elementari e per farlo prediligono il metodo della simulazione (66%) e la classica “paghetta”, strumento educativo preferenziale.

“L'Italia è al terzultimo posto al mondo in educazione finanziaria dei giovani - ha sottolineato Ivan Mazzoleni, AD di Flowe - i genitori spesso si reputano adeguati nell'aiutarli ma i loro interventi non sono risolutivi, il sistema scolastico è del tutto assente in questo tipo di educazione e anche nelle università si studiano i tassi a vari livelli, ma solo applicati al mondo aziendale, per questo Flowe, con la nuova app e la carta Flowe junior vuole favorire la corretta relazione genitori-figli attorno al tema del denaro” .

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: