Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Pnrr: Anip Confindustria, sia occasione per salto di qualità nei servizi

Di Redazione

Roma, 18 mag. (Labitalia) - "Nel periodo Covid si è scoperto che le imprese dei servizi sono state fondamentali, ed abbiamo capito quando fosse importante integrare questi servizi. Il comparto, poi, ha fatto passi da gigante proprio all'interno di Confindustria attraverso una federazione che continua a crescere. Il settore è proattivo è speriamo che il Pnrr rappresenti l'occasione per migliorare il dialogo con le istituzioni e far compiere un salto di qualità per un settore che, ad oggi, continua ad essere caratterizzato dalle gare a massimo ribasso". E' quanto ha dichiarato Lorenzo Mattioli, presidente di Anip-Confindustria, intervenendo al convegno 'Pnrr e servizi industriali, imprese e opportunità' organizzato da Anip Confindustria, associazione nazionale imprese di pulizia e servizi integrati presso la sala Pininfarina di Confindustria in Viale dell'Astronomia a Roma. Ad introdurre l'incontro, coordinato dal responsabile comunicazione Anip Confindustria Paolo Valente, il segretario generale Anip Barbara Fiorucci: "Il Pnrr è un piano di performance, ed è importante per le nostre aziende conoscere i contenuti e le modalità di accesso ai bandi. In questo contesto in profonda evoluzione e ricco di opportunità da cogliere, Anip-Confindustria ha organizzato questo incontro, con la partecipazione del Ministero dell'Economia e delle Finanze e con il contributo di esperti del settore, per presentare alle imprese di servizi le opportunità del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e nel contempo consegnare al panorama economico finanziario ed istituzionale del paese la proposta della nuova realtà del sistema paese definita industria dei servizi", ha spiegato. E Davide D'Arcangelo, responsabile sviluppo Fondazione Italia Digitale, ha delineato le proposte abilitanti per i servizi all'interno del Pnrr, che è innanzitutto una occasione per migliorare la classe dirigente del Paese, sia nelle imprese sia per il Pubblico: "Penso a un maggior utilizzo del partenariato pubblico-privato, un sistema di procurement innovativo, modelli standard e certificazioni che consentano l'innalzamento della qualità dei servizi anche attraverso tecnologie abilitanti (blockchain, intelligenza artificiale ad esempio)". Giuseppe Mele, direttore Area politica per la coesione Territoriale e le infrastrutture di Confindustria ha rimarcato la "scarsa attenzione per i servizi negli appalti pubblici, mentre si continua ad intervenire solo nell'ambito dei Lavori. Il Pnrr è un attivatore di cambiamento, di capacità di produrre servizi, cambiando e aumentando la capacità di dare risposte ai cittadini in termini di servizi". "Il Pnrr è una opportunità per dare alla spesa un obiettivo realizzativo ed un effetto: è una occasione di cambiamento per il pubblico e per le imprese nel dare risposte adeguate e più evolute. E' una occasione per pianificare meglio la domanda pubblica", ha concluso.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: