Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Ppe: Berlusconi, 'difendiamo valori cristiani ma senza collateralismi con Chiesa'

Di Redazione

Roma, 25 set. "Essere liberali e cristiani per noi significa la tutela della vita in ogni sua forma e in ogni suo momento, dal concepimento alla morte naturale. Sono gli stessi valori dell'Europa cristiana e liberale di cui abbiamo parlato al vertice del Partito popolare europeo e che sono la nostra ragione per dirci europeisti. Valori che ci pongono naturalmente in sintonia con la Chiesa senza in alcun modo né dare un carattere confessionale alla nostra azione, né voler strumentalizzare la Chiesa rivendicando un collateralismo che non esiste più in Italia -ed è un bene che sia così- almeno dalla fine dell'esperienza storica della Democrazia cristiana". Lo scrive Silvio Berlusconi in una lettera ad 'Avvenire', all'indomani del Bureau del Ppe svoltosi a Roma.

Pubblicità

"Per questo -prosegue il leader di Fi- il dialogo con la Chiesa cattolica è fatto di naturale sintonia sui princìpi, ferma restando la necessaria autonomia della politica e la totale libertà della Chiesa rispetto a qualsiasi logica di schieramento. A noi, da cristiani e liberali, spetta il difficile compito di operare sulla base di questi princìpi per costruire l'Europa che abbiamo sognato per generazioni: non soltanto un continente privo di conflitti, non soltanto un grande spazio di libero mercato (sono entrambi aspetti importantissimi, naturalmente), ma una comunità di donne e uomini liberi basata sulla sacralità della persona".

"Questi -conclude Berlusconi- sono i valori fondativi del Partito popolare europeo, che siamo orgogliosi di rappresentare in Italia. Questo è anche il solo possibile avvenire dell'Europa, è il solo modo per svolgere un ruolo da protagonisti in un mondo percorso da grandi incertezze e tensioni che mettono in pericolo la pace, la libertà, lo sviluppo per tutti".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: