Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Quirinale: Bonino, 'Draghi al Colle? Partiti si interroghino sul dopo'

Di Redazione

Roma, 21 gen. "Non ci possiamo permettere una crisi di governo" a seguito dell'elezione del Presidente della Repubblica, e dunque i partiti “devono interrogarsi su cosa succede il giorno dopo”. Lo ha detto la Senatrice di +Europa, Emma Bonino, intervenendo alla trasmissione di La7 ‘Tagadà', condotta da Tiziana Panella. Bonino ha aggiunto che le schermaglie sulla scelta del Presidente della Repubblica “tra chi non vuole Draghi per andarci lui stesso, o chi lo vuole per aprire una crisi, mostra chiaramente che si tratta di tattica dei partiti”.

Pubblicità

"Con +Europa e Azione – ha aggiunto Bonino - abbiamo chiesto ai partiti di maggioranza di poter ragionare insieme proprio sul dopo, ma non ci ha risposto quasi nessuno. Io francamente – ha sottolineato ancora - non vedo un'altra figura oltre Draghi, capace di tenere insieme questa maggioranza disordinata e sfilacciata, eppure abbiamo di fronte i mesi più importanti per il rilancio e la ripresa del Paese, con la povertà in aumento, le crisi di impresa, l'aumento delle bollette, in pandemia, siamo davvero masochisti”.

“Non dimentichiamo che manca ancora – ha precisato – la riforma fiscale, quella sulla concorrenza e una riforma che affronti l'enorme dramma della mala giustizia”. E su una donna al Quirinale, ripercorrendo i motivi che vent'anni fa la spinsero a fare una candidatura pubblica, la Senatrice di +Europa ha aggiunto: "avrei voluto che in questa occasione le mie colleghe si fossero candidate proprio perché venga riconosciuto loro lo spazio che meritano", anche per rompere "le dinamiche da carbonari" che caratterizzano le trattative fra i partiti “per l'elezione della più alta carica dello Stato”.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: