Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Quirinale: Maddalena, 'mio nome per difendere la Costituzione da congiure e ricconi'Quirinale: Maddalena, 'io al tramonto, non mi candido a nulla ma a disposizione Nazione'Quirinale: Maddalena, 'Berlusconi inidoneo, ha tolto ricchezza Tv al popolo e se l'è intestata'Quirinale: Maddalena, 'Draghi rappresenta le banche, getta sul lastrico le famiglie italiane'Quirinale: Maddalena, 'Amato è preparato, ma sarebbe un pessimo presidente'

Di Redazione

Roma, 18 gen "La mia candidatura ha un senso simbolico, di una persona che ha sempre indicato nella Costituzione la salvezza dell'Italia. Costituzione che purtroppo è oggetto di una congiura e che oggi va difesa più che mai". Paolo Maddalena, classe 1936, è il giurista, magistrato ed accademico indicato da una parte dei componenti del gruppo Misto come candidato alla carica di presidente della Repubblica.

Pubblicità

Al momento è l'unico nome che con certezza lunedì prossimo verrà scritto sulle schede dai 41 grandi elettori che l'hanno scelto: "Li ringrazio, è una cosa che mi gratifica. Ma io non mi candido a nulla, sono al tramonto, ho 86 anni. Ma sono a disposizione della nazione, offro il mio contributo osservando la Costituzione", spiega all'Adnkronos.

Maddalena, cosa pensa degli altri possibili candidati al Colle, a partire da Silvio Berlusconi? "Berlusconi è inadatto, non è idoneo per questo ruolo -replica-. Basti pensare che ha ottenuto con Craxi e poi con la Mammi e la Gasparri di togliere agli italiani una grande ricchezza popolare, la Tv, e se l'è intestata lui e poi ai suoi discendenti. Ha tolto la concessione televisiva, una ricchezza di tutti, al popolo e il popolo lo applaude. Per non parlare di tutto il resto che ha combinato".

E Mario Draghi? "Draghi -replica il giurista- incarna il pensiero neo liberista, delle privatizzazioni e delle delocalizzazioni. Oggi lascia che tutto questo getti sul lastrico migliaia di famiglie. Persino il Pnnr prevede che i comuni non possano gestire i servizi pubblici ma debbano darli in concessione. Rappresenta le banche, la finanza. E' una persona che non mi ispira alcuna fiducia. Io mi sento fortemente italiano, prima che europeo, perchè non esercita la golden power per evitare le svendite dei patrimoni italiani?". (segue)

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: