Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Referendum: Brescia (M5S), 'nessuna firma andrà perduta, ora avanti con propositivo'

Di Redazione

Roma, 29 set. “Grazie all'intervento del governo, sollecitato dal MoVimento 5 Stelle, nessuna firma per i quesiti referendari andrà perduta e la burocrazia non fermerà la partecipazione dei cittadini. Le firme digitali, introdotte con un emendamento votato all'unanimità in commissione Affari Costituzionali, pongono nuove sfide non solo alle istituzioni, ma anche alle amministrazioni coinvolte, come i comuni, a cui servirà più tecnologia". Così Giuseppe Brescia, presidente della commissione Affari Costituzionali della Camera e deputato del MoVimento 5 Stelle.

Pubblicità

"L'entusiasmo di questi mesi dimostra che il referendum è uno strumento vivo. Ora dobbiamo fare un passo in avanti approvando la riforma del referendum propositivo, già votata alla Camera. Oggi i cittadini possono solo abrogare norme e non sono in condizione di presentare proposte in maniera compiuta".

“La soluzione adottata oggi in Cdm era già stata proposta a maggio da un emendamento al dl riaperture a firma della collega Baldino, sottoscritto dai colleghi Magi e Iezzi. Fu il governo con una riformulazione a limitare la portata di quell'emendamento. Stupisce dunque il voto contrario dei ministri della Lega, evidentemente sensibili solo ai loro referendum e non alla partecipazione dei cittadini", conclude Brescia.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: