Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Ruby ter: difesa Rossella, 'non mentì, dopo anni di dispiacere va assolto'

Di Redazione

Milano, 29 giu. Contro Carlo Rosella, imputato nel processo milanese Ruby ter, la procura non ha fornito prove della sua falsa testimonianza e "nel silenzio" della pubblica accusa il giornalista "dopo tanti anni di dispiacere deve essere assolto perché il fatto non sussiste". E' quanto chiede in aula l'avvocato Caterina Malavenda, la prima delle difese a prendere oggi la parola nell'aula bunker di San Vittore. Se per i pm Rossella è "l'utile idiota" utilizzato da Silvio Berlusconi per portare ragazze ad Arcore, per il legale l'imputato non mente: "è andato a villa San Martino per discutere di alcune questioni di Medusa" ma non ha preso parte ai dopo cena. La procura ha chiesto per Rossella una condanna a 2 anni.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: