Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Salute: studio Gsk, 85% italiani over 50 ricorre a vaccinazione per proteggersi

Di Redazione

Roma, 22 set. (Adnkronos Salute) - Prima che esplodesse la pandemia, la salute era fondamentale per il 74% degli over50 italiani. Un dato salito all'84% dopo l'arrivo del Covid-19. Non solo. il 79% continuerà a usare misure di protezione, come mascherine e distanziamento sociale, anche a emergenza finita mentre l'85% ricorre alla vaccinazione come mezzo di auto protezione. È quanto emerge da uno studio online condotto da Kantar e sponsorizzato da GSK su un campione di 16.000 adulti provenienti da otto Paesi (Giappone, Spagna, Italia, Francia, Germania, Brasile, Stati Uniti e Canada). Obiettivo della ricerca: comprendere il ruolo che la vaccinazione svolge nella salute e nel benessere delle persone di età compresa dai 50 e su. In ogni Paese sono state intervistate 2000 persone di età superiore ai 50 anni. Il sondaggio è stato condotto online nei mesi di luglio e agosto 2021. I risultati hanno rivelato come la percentuale di adulti in Italia che ritiene molto importante la salute personale, il benessere e l'indipendenza sia aumentata in seguito alla pandemia. Prima del Covid-19, infatti, il 74% degli intervistati descriveva questi elementi come importanti, un dato salito all'84% successivamente alla pandemia. L'indagine ha anche rivelato che le donne (81%). hanno maggiori probabilità di considerare la salute e il benessere come molto importanti nel mondo post-pandemia. Una forte maggioranza (più del 70%) di tutti gli intervistati afferma che continuerà a indossare una mascherina in pubblico e manterrà le pratiche di distanziamento sociale in caso di malattia. In Italia il 79% degli intervistati pensa che l'uso delle mascherine in pubblico e le misure di distanziamento sociale debbano rimanere. E ancora, il 97% continuerà a lavarsi le mani. il 93% a prestare attenzione alla propria salute fisica e l'86% a pulire le superfici di casa con disinfettanti. La maggiore consapevolezza sull'importanza di garantire un buon stato di salute si evince da altri risultati dello studio: il 67% degli adulti in Italia ritiene importante tenersi aggiornato in merito alle proprie vaccinazioni e ai richiami. Guardando al futuro, in particolare ai prossimi 10 anni, il 94% degli ultracinquantenni italiani concorda poi in modo schiacciante sul fatto che un buon stato di salute sia essenziale per migliorare la qualità della vita, più della sicurezza finanziaria (45%) o di una vita familiare attiva (44%). Otto intervistati su dieci hanno riferito di aver ricevuto il vaccino contro il Covid, lo stesso numero ha anche riferito di avere ora in generale una migliore comprensione dei benefici della vaccinazione. L'85% degli intervistati in Italia ha dichiarato che l'autoprotezione è il motivo principale per cui effettuare le vaccinazioni. Il più grande ostacolo alla diffusione del vaccino è stata la mancanza di informazioni. Le persone intervistate in Italia hanno richiesto di avere informazioni migliori e più chiare su quali vaccini siano necessari e perché siano raccomandati.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: