Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Scuola: Giannelli (presidi), 'condivido invito Draghi a non ripetere errori, si agisca'

Di Redazione

Roma, 25 giu. ”Mancano poco più di due mesi all'inizio del nuovo anno. Non sappiamo ancora come si esprimerà il Cts sulla ripartenza ma non è irragionevole immaginare – anche in considerazione della variante Delta e delle dinamiche della pandemia – che distanziamento e dispositivi di protezione continueranno a essere la norma. Alla luce di questa considerazione condivido appieno l'invito del Presidente del Consiglio a far tesoro dell'esperienza, a non ripetere gli errori del passato e chiedo al decisore politico di non agire tardivamente ricorrendo a soluzioni improvvisate e inefficaci“. Lo ha detto il Presidente nazionale Anp, Antonello Giannelli

Pubblicità

“L'Anp chiede che siano resi noti al più presto i passaggi attraverso i quali le scuole dovranno pianificare il rientro a settembre: deve essere definito un cronoprogramma preciso che consenta ai colleghi dirigenti di valutare l'uso delle risorse disponibili sulla scorta dell'esperienza maturata. Non è più pensabile - prosegue - mantenere un clima di incertezza che incide non solo sul personale scolastico ma anche sulle famiglie e sugli alunni”.

“Di fatto, sono stati soprattutto gli studenti del secondo ciclo a vivere un anno particolarmente tribolato, con continui stop and go e presenza fisica in classe limitata. Tale situazione ha condizionato ancor più negativamente gli studenti degli istituti tecnici e professionali e non sorprende che proprio questi istituti, pur nevralgici per il mondo del lavoro, abbiano registrato una flessione delle iscrizioni. Se distanziamento e mascherine saranno confermati - conclude - ritengo necessario che l'Amministrazione comunichi ai dirigenti delle scuole in tempi brevissimi se esse potranno ancora contare sul cosiddetto 'organico Covid', di cui a oggi non si hanno notizie, e soprattutto se potranno organizzare le attività d'aula e di laboratorio in presenza senza dover subire le difficoltà – riconosciute persino dal Presidente del Consiglio – dovute ai trasporti. E se il Presidente Draghi ha detto di sperare di avere imparato queste cose e di farle bene, l'Anp auspica il superamento dell'orizzonte della speranza: la scuola pretende certezze”.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: