Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Sicilia: assessore al Turismo rifiuta una tangente da 50 mila euro e incastra l'intermediaria

Di Redazione

Palermo, 9 ott. Una tangente da 50 mila euro per un evento musicale. Sarebbe stata la somma offerta da un intermediario all'assessore regionale siciliano al Turismo e Spettacolo Manlio Messina (FdI) che, però, non solo ha rifiutato la mazzetta ma ha denunciato tutto e incastrato i mandanti e l'intermediaria. Non si conoscono ancora i particolari raccontati dal sito di informazione 'Live Sicilia', ma sembra che si tratti di un gruppo 'di peso' dell'imprenditoria musicale. I fatti risalgono all'aprile del 2021 quando un'intermediaria ha contattato il capo segreteria tecnica di Manlio Messina, fidatissimo della leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni. Avrebbe proposto un progetto per un evento importante, che prevedeva una sponsorizzazione della Regione per 500mila euro. L'intermediaria avrebbe proposto verbalmente una tangente da 50mila euro per “finanziare il partito” o “metterli in tasca”. Ma il capo segreteria politica e Manlio Messina hanno rifiutato la tangente. "Dopo la promessa verbale, rifiutata, l'intermediaria cerca di essere più persuasiva e mette tutto nero su bianco, con una chat “coperta” da autodistruzione. Una chat a tempo, nella quale i messaggi durano appena qualche secondo, ma non fa i conti con il fatto che l'assessore pianifica una strategia per registrare tutti i messaggi - scrive l sito - Il capo segreteria tecnica rifiuta colpo su colpo tutte le proposte. Scatta la denuncia ai carabinieri. Ma non è finita. Si mette in moto un sistema particolare. Scattano “consuetudini” palermitane e regionali".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: