Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Spionaggio: difesa Biot, 'negato accesso a prove accusa, processo sia pubblico e non segreto'

Di Redazione

Roma, 28 gen. “Confidiamo in un processo pubblico dove venga garantito il diritto di difesa e in particolare il diritto a conoscere gli elementi di accusa, un giusto processo basato su prove e non invece su atti non disponibili per il giudice, per l'imputato e la difesa, perché fino ad oggi a Biot e ai difensori è stato negato l'accesso alle presunte prove utilizzate per accuse da ergastolo”. A dirlo all'Adnkronos l'avvocato Roberto De Vita difensore di Walter Biot, arrestato lo scorso 30 marzo per spionaggio. La procura di Roma e quella militare hanno chiesto il rinvio a giudizio per l'ufficiale della Marina.

Pubblicità

“Vogliamo un processo pubblico - ribadisce il penalista - e non un processo segreto”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: