Notizie Locali


SEZIONI
Catania 31°

Adnkronos

Olimpiadi: Fiamme Gialle a Goggia, ‘domani sarai comunque il nostro alfiere’

Di Redazione |

Roma, 3 feb. – “Ecco, con queste poche righe, Sofi, vorremmo dirti che domani tu sarai comunque il nostro Alfiere, che terrai alta la nostra Bandiera. Anzi, non domani soltanto, ma anche dopodomani, e tra un mese e dopo ancora. Se sarai al cancelletto di partenza di Pechino, ma anche se non ce la farai. Se vincerai, ma anche se qualcun altro, in pista, sarà più veloce. Perché ci rendi fieri, ci unisci intorno alla tua sfortuna ed alla tua forza, e fai sgorgare in noi i sentimenti migliori”. Così le Fiamme Gialle in una lettera alla loro rappresentante Sofia Goggia che domani non potrà essere la portabandiera dell’Italia ai Giochi di Pechino a causa di un’infortunio al ginocchio che l’ha trattenuta in Italia per tentare il recupero ed essere al cancelletto di partenza per difendere il titolo della discesa libera.

“Allora vorremmo -prosegue la lettera- che tutte le nostre mani, migliaia di mani, si unissero alle tue nel proteggere quella fiammella di speranza che con tanta fatica stai alimentando, e che in questo modo la fiammella crescesse fino a diventare un’altra Torcia, che ti consentisse di accendere il tuo piccolo, personale ma per tutti importantissimo, braciere Olimpico. Ci hai resi tante volte orgogliosi nell’immedesimarti nel nostro motto, “Nec recisa recedit”, che ora vorremmo ricambiare, facendoti arrivare, da tutta Italia, l’affetto e la riconoscenza della nostra gente, che ti vuole bene, e che non vuole più, mai più, vederti spezzata. Le tue Fiamme Gialle”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: