Notizie Locali


SEZIONI
Catania 36°

Adnkronos

Pavia, minaccia di lanciare la figlia di un anno dalla finestra: arrestato

Di Redazione |

Milano, 14 mag. – Minaccia di lanciare la figlia di un anno dalla finestra. I carabinieri intervengono e lo bloccano con il taser. I militari di Stradella, comune in provincia di Pavia, hanno arrestato C.M., 40enne rumeno residente a Stradella, per i reati di maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale. I carabinieri sono intervenuti dopo la chiamata al 112 effettuata da un vicino di casa, allarmato dalle urla. Arrivati sul posto, hanno trovavano in strada una donna che era appena scappata di casa, insieme alle figlie di 12 e 14 anni, poiché il marito con precedenti specifici e sotto l’effetto dell’alcol l’avrebbe aggredita.

L’uomo era rimasto all’interno dell’abitazione al terzo piano con l’altra figlia di un anno. Appena ha visto i carabinieri si è affacciato alla finestra, sporgendosi e tenendo in braccio la bimba, avvolta in una copertina rossa, ha minacciato di farla cadere. I carabinieri si sono posizionati sotto la finestra e hanno chiesto l’intervento dei vigili del fuoco di Broni, per entrare in casa.

Mentre i pompieri lavoravano per scardinare la porta di casa, l’uomo ha lanciato dalla finestra alcuni vasi di fiori e anche la coperta dov’era avvolta la bambina, per creare allarme e far temere che all’interno della coperta vi fosse ancora la piccola.

Appena i militari sono riusciti ad entrare in casa, l’uomo – con la bimba tra le braccia – ha iniziato a correre verso la finestra, minacciando nuovamente di lanciare la piccola. Temendo per l’incolumità della bambina, i carabinieri hanno usato il Taser riuscendo a recuperare la piccola prima che il padre finisse a terra.

L’uomo si è rialzato e ha iniziato a colpire con calci e pugni i militari, che sono riusciti ad ammanettarlo e arrestarlo. In tutto ciò la bambina, nonostante il gran trambusto che la circondava, è rimasta sorprendentemente serena ed è apparsa tranquilla e sorridente ai carabinieri che l’hanno presa in braccio. I familiari sono stato trasportati al pronto soccorso dell’ospedale di Pavia per accertamenti, mentre per l’arrestato si sono aperte le porte della casa circondariale Pavia.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: