Notizie Locali


SEZIONI
Catania 31°

Adnkronos

Simonetta Mastromauro: il Bestseller Celiachia dalla A alla Z (Bruno Editore) presentato oggi in Senato

Di Redazione |

Milano 13.12.2022 – Oggi alle ore 16 nella sala Caduti di Nassirya di Palazzo Madama, si terrà la conferenza stampa di presentazione del libro “Celiachia dalla A alla Z” di Simonetta Mastromauro. Alla conferenza stampa, promossa su iniziativa della Senatrice Elena Murelli che parteciperà alla discussione, interverranno l’autrice Simonetta Mastromauro, il Prof. Italo De Vitis gastroenterologo della Fondazione Pol. A.Gemelli-Irccs di Roma, il Dott. Marco Missaglia specialista in scienza dell’alimentazione ed endocrinologia, lo Chef celiaco Marco Rossi, Andrea Sanseverini food blogger celiaco e Giacomo Bruno, editore del libro.

La celiachia è una malattia cronica difficile da diagnosticare: oggigiorno, su 600.000 celiaci stimati, soltanto poco più di 233.000 sono stati diagnosticati. Questo perché i sintomi della celiachia sono molteplici, ma se a volte sono evidenti, in altri casi possono essereinesistenti, ma portare comunque a gravi complicanze se non si segue una rigorosa dieta senza glutine.

Oltre che sulla salute, però, la celiachia ha delle ripercussioni anche sulla vita sociale delle persone: un celiaco, infatti, non può mangiare in qualsiasi locale voglia, adattandosi magari alle scelte di amici o parenti. Anche se oggi la tematica è sicuramente più conosciuta rispetto a qualche anno fa, ancora non tutti i locali di ristorazione sono informati in maniera corretta, ad esempio non sanno che si possono verificare delle contaminazioni se si utilizzano gli stessi attrezzi già usati con alimenti in cui è presente il glutine.

Ciò porta spesso il celiaco a non mangiare fuori casa, con un forte impatto sociale, in particolare giovani e adolescenti che, ancora in una fase delicata della vita, potrebbero sentirsi giudicati, discriminati o addirittura esclusi e decidere così di “trasgredire” alla propria dieta per sentirsi parte del gruppo, con serie ripercussioni sulla loro salute.

Per tutti questi motivi, è fondamentale divulgare il più possibile le informazioni sulla celiachia, per tutelare la salute e migliorare la qualità della vita dei pazienti celiaci e permettere ai giovani e le loro famiglie di riconoscere eventuali sintomatologie latenti, in modo da avviare un idoneo screening e arrivare prima alla diagnosi, scongiurando sviluppi pericolosi per la salute.

È da questa convinzione che nasce il libro “Celiachia dalla A alla Z” (Bruno Editore) di Simonetta Mastromauro, che da mamma di una ragazza celiaca, oggi 21enne, è diventata volontaria nel settore della celiachia, occupandosi di diffondere la conoscenza di questa malattia nelle scuole e nella ristorazione, confrontandosi con le problematiche di docenti, genitori e operatori del settore dell’alimentazione, con il fine ultimo di proporre soluzioni concrete.

“Il mio primo obiettivo è quello di aiutare le persone come me e mia figlia, che dalla diagnosi in poi vivono la celiachia tutti i giorni per tutta la vita; migliorare la loro qualità di vita (a casa, scuola, con gli amici, al ristorante) perché possano essere più informati, consapevoli e sicuri di vivere ‘il privilegio della normalità”, spiega Simonetta Mastromauro. “Il mio secondo obiettivo è rivolto alle famiglie che sono le prime responsabili dell’alimentazione degli altri e scelgono di prendersi cura della salute e del benessere delle persone celiache e non. Così come avviene per la medicina, anche per noi è importante evolversi. Il mio terzo obiettivo è quello di far capire ai ristoratori l’importanza di offrire un servizio dedicato a una malattia, che è possibile farlo e che il celiaco non è un peso ma un valore aggiunto”.

Secondo l’autrice, la buona notizia è che con la celiachia si può convivere tranquillamente. Basta solo seguire alcune semplici regole, che sono contenute nel suo libro. Al suo interno l’autrice porta nella vita di tutti la celiachia, condividendo idee e informazioni utili come la diagnosi, l’impatto psicologico, la gestione della dieta a casa e fuori casa, senza escludere l’importanza del coinvolgimento e dell’inclusione sociale. Consigli e soluzioni finalizzati ad aiutare tutte quelle persone che sono affette da celiachia, così da vivere la quotidianità in maniera spensierata e senza mettere a rischio la propria salute.

Inoltre, all’interno del libro è possibile scaricare delle schede informative da poter regalare agli amici, parenti, ristoratori e docenti per aiutare il celiaco a vivere questo suo essere speciale senza paura di sbagliare.

Lo scorso giugno, l’autrice è stata impegnata in una Maratona Celiachia, ospitata quotidianamente dalla trasmissione Uno Mattina Estate su Rai Uno, in cui sono stati affrontati svariati temi: la celiachia e la dieta; l’impatto psicologico per un celiaco; i luoghi comuni da sfatare; la ristorazione e gli alimenti gluten free. La trasmissione ha ottenuto un notevole consenso, avvalorato da un alto indice di ascolto, centinaia di riscontri attraverso i social e molteplici appelli, tale da inserire nel programma ulteriori speciali sul tema.

I giornalisti che vorranno partecipare alla conferenza sono pregati di accreditarsi secondo le modalità consuete inviando un fax al numero 0667062947.

Le opinioni e i contenuti espressi nell’ambito dell’iniziativa sono nell’esclusiva responsabilità dei proponenti e dei relatori e non sono riconducibili in alcun modo al Senato della Repubblica o ad organi del Senato medesimo.

L’accesso alla sala – con abbigliamento consono e, per gli uomini, obbligo di giacca e cravatta – è consentito fino al raggiungimento della capienza massima.

Simonetta Mastromauro, nata a Milano nel 1964 e trasferita a Fiorenzuola d’Arda dopo il matrimonio con Pietro Lamoure. È madre di Anna Paola. Ha gestito per 10 anni uno studio di medicina, in seguito si è occupata della sua famiglia e della loro azienda. La sua vita è dedicata all’amore verso il prossimo, promuovendo il benessere degli altri con opere di volontariato in parrocchia, nel settore delle malattie genetiche rare e della celiachia; è sempre pronta e disponibile ad ascoltare ed aiutare le persone in difficoltà. È una tenace sostenitrice del grande valore dell’informazione e divulgazione, che influisce sulla vita e la salute del celiaco, tanto è vero che è stata volontaria per 15 anni per l’Associazione Italiana Celiachia Emilia-Romagna. Attualmente se ne occupa con tutte le sue forze ed energie incentivando l’interesse dei media a livello nazionale, TV, stampa e social, contribuendo a fornire informazioni alle istituzioni e sensibilizzando le associazioni di categoria nel settore della ristorazione.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: