Notizie Locali


SEZIONI
Catania 25°

Adnkronos

Terna: in Lombardia in 2022 autorizzati 7 interventi di sviluppo rete per 130 mln

Di Redazione |

Milano, 12 gen. Sono sette, per un valore complessivo di circa 130 milioni di euro di investimenti, gli interventi previsti da Terna in Lombardia che hanno avuto il via libera, nel corso del 2022, dal ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica. Lo si legge in una nota, nella quale si sottolinea come la regione lombarda sia stata quella con il più alto numero di opere autorizzate: il 25% del totale.

A livello nazionale sono 29 gli interventi di sviluppo della rete elettrica autorizzati nel 2022, per un valore complessivo di oltre 2,5 miliardi di euro di investimenti. La performance conferma il ruolo chiave di Terna di abilitatore della transizione energetica. Dopo aver superato nel 2021, per la prima volta nella storia, il miliardo di euro di investimenti autorizzati, nel 2022 la società guidata da Stefano Donnarumma ha registrato un nuovo primato, più che raddoppiando il dato dell’anno precedente e sostanzialmente decuplicando il valore del 2020 (266 milioni di euro).

Tra i progetti di Terna che hanno ottenuto il decreto autorizzativo il più importante, in termini economici e infrastrutturali, il nuovo collegamento a 132 kV ‘Livigno-Premadio’ per cui l’azienda investirà circa 65 milioni di euro. L’elettrodotto, lungo 20 chilometri e costituito da due linee elettriche in cavo interrato, permetterà di aumentare la magliatura e l’efficienza della rete elettrica nei luoghi di svolgimento dei Giochi olimpici e paralimpici Milano – Cortina 2026.

Sempre per incrementare l’affidabilità energetica della Valtellina, in vista delle future Olimpiadi invernali, è in corso di realizzazione anche la nuova stazione elettrica di Premadio, progettata in tecnologia blindata compatta con apparecchiature posizionate all’interno di edifici architettonicamente in armonia con il paesaggio montano circostante.

Sono stati autorizzati, inoltre, due importanti riassetti della rete elettrica: quello di Brescia e dell’area di Lodi. A tal fine, Terna, con un investimento complessivo di 23 milioni di euro, realizzerà oltre 13 chilometri di nuovi collegamenti in cavo interrato che sostituiranno esistenti elettrodotti aerei. In particolare, la razionalizzazione della rete elettrica nel lodigiano, consentirà la demolizione di circa 6 chilometri di linee e la dismissione di 25 tralicci, restituendo 6 ettari di territorio. Queste attività permetteranno di ridurre l’impatto ambientale e paesaggistico delle infrastrutture elettriche esistenti e di aumentare la sostenibilità della rete grazie all’utilizzo di cavi interrati tecnologicamente avanzati.

Complessivamente, in Lombardia sarà realizzato circa il 25% degli oltre 200 km di infrastrutture invisibili autorizzate nell’arco del 2022. Le nuove opere infrastrutturali aumenteranno la resilienza e la sicurezza della rete elettrica nazionale, favorendo allo stesso tempo l’integrazione dell’energia prodotta da fonti rinnovabili. Gli investimenti sostenibili della società creano valore per il sistema Paese, generando un impatto positivo sul Pil con un effetto moltiplicatore sulle risorse investite, creando centinaia di posti di lavoro, e contribuendo a rendere l’Italia sempre più centrale per il sistema elettrico europeo.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: