Notizie Locali


SEZIONI
Catania 11°

benessere

Agrigento: quel filo di benessere che attraversa il corpo e arriva fino alla mente

Stare in forma per vivere meglio. È il segreto di Silvia Failla e del suo gruppo

Di Rita Baio |

Martedì e giovedì. Alle 14:30 in punto. Un appuntamento al quale il gruppo diretto da Silvia Failla si presenta puntualmente nella sala della palestra Wellness. L’obiettivo non è solo il miglioramento dell’aspetto fisico, quanto, soprattutto, alimentare quel filo di benessere che attraversa il corpo e arriva fino alla mente. Un’ora di attività, nella quale si intrecciano diverse discipline, in un programma messo a punto da Silvia che si interseca tra cardio e mobilità.

“L’attività è incentrata sul benessere – afferma Silvia Failla – Nasce da un approccio diverso che ingloba il benessere fisico e mentale. Due prospettive che avanzano insieme. Il cross cardio, attività poco nota ad Agrigento, che racchiude il concetto di vecchia aerobica, si snoda tra esercizi basati su resistenza, miglioramento del fiato, tonificazione e crescita della massa muscolare e, affinché ne siano raggiunti appieno i benefici, va associato a una attività di mobilità e, anche in questo caso, l’approccio è cambiato negli anni: adesso si guarda al muscolo allungato e non solo come crescita di massa. La mobilità cura tutto ciò che riguarda il benessere della schiena, crea la flessibilità delle articolazioni che consentono di eseguire il cross cardio senza rischio infortuni. La prima mezz’ora di cross cardio, dunque, si basa sulla crescita della frequenza cardiaca per migliorare la resistenza. Questo allenamento va di pari passo con la mobilità in modo, ad esempio, da riuscire a fare lo squat correttamente e non avere problemi nella zona lombare, nella quale più di frequente si manifestano dolori o fastidi.

Può essere definita ginnastica a corpo libero?

“Assolutamente sì perché, nonostante l’uso di ring, fitball, rullo, attrezzi tipici del pilates, in realtà utilizziamo il nostro corpo come peso principale e la resistenza è dovuta alla capacità di mantenere in linea il proprio corpo”.

Un allenamento che soddisfa il gruppo allenato da Silvia. Gruppo abbastanza longevo se si pensa che alcuni componenti sono allievi da oltre un decennio…

“Giuseppina mi segue da 14 anni, altre persone da 12-10 anni. Quando abbiamo cominciato eravamo in cinque, oggi siamo più di 20. Una crescita costante, sudata e mantenuta”.

Se potessi chiedere qualcosa alle pubbliche amministrazioni, cosa sarebbe?

“Spazi all’aperto, magari un’area attrezzata, dove fare attività perché, talvolta, la palestra diventa un limite, ad esempio per via del caldo o dell’aria condizionata”.

E ovviamente, soprattutto le interruzioni estive, causano conseguenze fisiche nelle persone che si sono allenate con costanza…

“Il fisico, abituato agli allenamenti, a causa delle lunghe pause, ne risente a livello di resistenza e muscolare. Certo, questo non si traduce, in autunno, in una ripartenza da zero ma si perde parte del risultato ottenuto durante la sessione autunno-inverno precedente”.

Silvia ha 44 anni, è avvocato ed è mamma di Vittoria di tre anni. Lavora nel fitness da 15 anni, seguendo una passione nata “grazie a Giusi Cimino, mia amica, che ringrazierò sempre – racconta Silvia – Ero nel gruppo di Giusi, tanti anni fa, e lei ha capito che in me c’era qualcosa in più. È stata il mio mentore, mi ha convinta a fare i corsi. È una passione, mi piace insegnare ma anche tenere il gruppo affiatato che è una cosa che mi fa stare bene”.

Il corso è esclusivo appannaggio femminile?

“Per la maggior parte sì, ma ogni tanto viene qualche ragazzo che poi rimane. E questa è una bella soddisfazione: gli uomini pensano che facciamo aerobica stile anni ’80 ma quando provano, capiscono che è un’attività tosta che richiede allenamento”.

Silvia, di recente, si è anche laureata in Management dello sport. A quali obiettivi sta guardando?

“Non ci sono obiettivi specifici. Era, più che altro una mia necessità. Ma sono una persona che ama mettersi in gioco, quindi chi lo sa? Vedremo…”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA