Notizie Locali


SEZIONI
Catania 27°

il caso

Agrigento, soccorritore del 118 aggredito da un 50enne: è grave e ha un trauma cranico

L'episodio in pieno centro. Il violento era probabilmente ubriaco

Di Antonino Ravanà |

Aggredito e picchiato da un cinquantenne agrigentino verosimilmente alticcio. Un autista soccorritore di un’ambulanza del 118 è rimasto gravemente ferito. L’operatore sanitario è intervenuto insieme ad altri due suoi colleghi per prestare soccorso all’uomo che era stato notato barcollante e in atteggiamento minaccioso. Il soccorritore è stato trasferito all’ospedale San Giovanni di Dio, dove i medici in servizio gli hanno riscontrato un trauma cranico.«Aggrediti nonostante il nostro impegno sia a favore della gente – lo sfogo amaro del direttore della centrale operativa 118 di Agrigento, Caltanissetta ed Enna Giuseppe Misuraca -. Meritiamo rispetto e anche qualche tutela in più. Sono episodi a cui cerchiamo di non dare peso per concentrarci sull’intervento, ma diventa difficile quando dalle parole si passa ai fatti e, oltre ai feriti, ti ritrovi a dover soccorrere anche il collega di turno. Basta con questi gravi fatti. Siamo tutti vicini all’operatore sanitario e spariamo di rivederlo presto tra di noi».Tutto quanto è avvenuto in pieno centro ad Agrigento. Le persone presenti non sono riuscite a evitare la reazione tanto improvvisa, quanto violenta, del cinquantenne, personaggio noto alle forze dell’ordine e agli stessi sanitari, per l’abitudine quasi quotidiana, che dedica all’eccessivo consumo di alcolici. Più volte si è ritrovato al pronto soccorso per smaltire la sbornia, e in altre occasioni ha sfiorato il coma etilico. Non si contano più i casi dove si lascia andare a delle reazioni violante. Ieri pomeriggio i sanitari hanno tentato di prestare le prime cure all’uomo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA