Notizie Locali


SEZIONI
Catania 20°

Decoro

Agrigentom l’Arco Calafato liberato dal groviglio di cavi installati, negli anni, da un gestore telefonico

Grazie a questo intervento sarà possibile dare inizio ai lavori, già affidati, per il recupero del prezioso portale che si trova in via Oblati

Di Gaetano Ravanà |

È stato finalmente liberato dal groviglio di cavi collocati negli anni da un gestore telefonico, il portale del ‘400 nel cortile Calafato. Grazie a questo intervento sarà possibile dare inizio ai lavori, già affidati, per il recupero del prezioso portale che si trova in via Oblati, nel cuore del centro storico di Agrigento. A darne notizia l'assessore Gerlando Principato, che ha presenziato alla consegna delle aree alla ditta, da parte del direttore dei lavori, l’arch. Assunta Zuppardo, dipendente del comune di Agrigento.

Tra pochi giorni inizierà la cantierizzazione per dare avvio allo studio dei materiali che avverrà preliminarmente allo “smontaggio” della protezione presente e del puntellamento della struttura.

«Il progetto esecutivo – spiega l’assessore Gerlando Principato –, redatto dai tecnici del Comune di Agrigento, dell'importo di 89.000 euro prevede il successivo consolidamento delle fessurazioni e fratturazioni presenti nell’Arco ed una illuminazione artistica che ne esalterà la bellezza, il valore e la magnificenza, catturando l’attenzione del visitatore e, contestualmente, aumenterà il grado di sicurezza percepita in questo scorcio del nostro bellissimo centro storico».

«Siamo particolarmente soddisfatti – afferma il sindaco Miccichè– per la continuità degli interventi di recupero e valorizzazione dell'arco di Calafato, di proprietà del Comune di Agrigento, per un suo restauro e risanamento conservativo».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA