Notizie Locali


SEZIONI
Catania 14°

Criminalità

Canicattì, bandito armato di pistola: sorpresi in casa nel sonno e rapinati

Il malvivente si è impossessato di un telefono cellulare, un portafogli con all'interno i documenti e 60 euro in contanti

Di Gaetano Ravanà |

Un bandito solitario, con il volto coperto da passamontagna, e armato di pistola, forse a causa della porta lasciata inavvertitamente aperta per dimenticanza, ha fatto irruzione in un’abitazione, ed ha sorpreso nel sonno, e rapinato i due occupanti, un ventottenne e un trentaquattrenne somali. E’ accaduto verso le 3,30 della notte in via Leopardi, nel centro di Canicattì.

Subito dentro, ha raggiunto la camera da letto, dove c’era il ventottenne coricato a letto. Senza proferire una parola, gli ha fatto cenno di rimanere in silenzio, e s’è impossessato di un telefono cellulare, e di un portafogli con all’interno i documenti e la somma di 60 euro. Poi ha sottratto un borsellino, contenente i documenti e 20 euro, appartenenti al trentaquattrenne. Con il magro bottino in mano s’è dileguato.

Le vittime non hanno potuto far altro che richiedere l’intervento dei poliziotti del Commissariato cittadino, ed hanno formalizzato, poi, una denuncia a carico di ignoti. Gli agenti hanno avviato l’attività investigativa nella speranza di risalire al malvivente.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA