Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Ribera, i palombari della Marina hanno neutralizzato una mina anti nave tedesca da 300 kg

L'ordigno, risalente alla Secondo Guerra Mondiale, era a circa 100 metri dalla spiaggia di Seccagrande

Di Redazione
Pubblicità

I palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (COMSUBIN), distaccati presso il Nucleo SDAI (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) di Augusta, hanno neutralizzato un ordigno bellico localizzato su un basso fondale a circa 100 metri di distanza dalle spiagge della località turistica Seccagrande, nel comune di Ribera. 

L’intervento d’urgenza è stato disposto dalla Prefettura di Agrigento a seguito della segnalazione da parte di alcuni subacquei appartenenti ad una locale associazione sportiva e culturale, i quali, poco distante dalla costa avevano notato la presenza di una semisfera con diametro di circa un metro che fuoriusciva dal fondale sabbioso. Durante le operazioni di ricerca, i Palombari della Marina Militare hanno identificato l’oggetto: un mina navale tedesca, contenente circa 300 kg di esplosivo, risalente al secondo conflitto mondiale.

I militari del Nucleo SDAI di Augusta hanno eseguito delle complesse operazioni di rimozione dell’ordigno, che si trovava insabbiato per il 50 % della superficie, dopo le lunghe attività di scavo e preparazione per il rimorchio, lo hanno trasportato nella zona di sicurezza, individuata dalla competente autorità marittima, dove hanno neutralizzato la minaccia attraverso le consolidate procedure in uso al Gruppo Operativo Subacquei. Tutte le operazioni sono state svolte nel rispetto e nella salvaguardia dell’ecosistema marino.

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità