Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

A Linosa è "vietato" mangiare carne

Ha chiuso i battenti l'unica macelleria della più piccola delle Pelagie. I titolari, dopo 40 lunghi anni di attività, sono andati in pensione

Di Gaetano Ravanà

Chiude i battenti l’unica macelleria dell’isola di Linosa, la piu’ piccola delle Pelagie con poco piu’ di 400 abitanti. Dopo quarant’anni di attivita’ commerciale in via Re Umberto Rita Bonadonna, 63 anni, e il marito Paolo Tuccio, di 72, hanno deciso di mettersi a riposo ed andare in pensione. I tre figli Domenico, Fabio e Salvatore si occupano di altro: Domenico e’ psicologo e lavora in Veneto, Fabio si dedica ad attivita’ legate al turismo e Salvatore e’ pedagogista e videomaker.

Pubblicità

“Noi figli non siamo interessati a proseguire l’attivita’ perche’ svolgiamo altri lavori che nulla hanno a che fare con la macelleria – spiega Salvatore Tuccio – e poi sinceramente non ne vale piu’ la pena. I miei genitori sono stanchi e hanno deciso di godersi la pensione, hanno fatto tanti sacrifici per portare avanti quest’attivita’, con un eccessivo costo dei trasporti, le tasse sempre piu’ alte, i margini di guadagno sempre molto bassi diventa tutto sempre piu’ difficile”. Una vita dedicata alla macelleria, con l’abitazione sopra il negozio che da alcuni giorni ha abbassato la saracinesca definitivamente. La licenza e’ stata consegnata lo scorso 31 dicembre e il banco della carne a Linosa non ci sara’ piu’.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: