Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

A Palma di Montechiaro l'evento "La mafia uccide, il silenzio pure". Un sabato dedicato alla cultura antimafia

La carovana antimafia fa tappa nella città dove sono nati i killer del giudice ragazzino. L'Amministrazione comunale, guidata da Stefano Castellino, ha dedicato una intera giornata alla lotta a cosa nostra

Di Redazione

Palma di Montechiaro ha dato i natali ai killeri del giudice Rosario Livatino e, nell'ambito del trentunesimo anniversario, l'amministrazione comunale, guidata dal sindaco, Stefano Castellino, ha organizzato una serie di eventi per non dimenticare. Sabato scorso, prima si è proceduto a prendere possesso di un bene sequestrato alla mafia e subito dopo in città è arrivata la carovana antimafia che si è conclusa con un dibattito, molto ampio, a Palazzo degli Scolopi. L'iniziativa è stata intitolata "La mafia uccide, il silenzio pure. Sulle orme di Pippo Fava". Nel corso della manifestazione, coordinata da Letizia Pace, è stato anche presentato il libro dal titolo: "Il Cardinale e il labirinto di Dedalo" di Francesco Bellanti.Palma di Montechiaro ha dato i natali ai killeri del giudice Rosario Livatino e, nell'ambito del trentunesimo anniversario, l'amministrazione comunale, guidata dal sindaco, Stefano Castellino, ha organizzato una serie di eventi per non dimenticare. Sabato scorso, prima si è proceduto a prendere possesso di un bene sequestrato alla mafia e subito dopo in città è arrivata la carovana antimafia che si è conclusa con un dibattito, molto ampio, a Palazzo degli Scolopi. L'iniziativa è stata intitolata "La mafia uccide, il silenzio pure. Sulle orme di Pippo Fava". Nel corso della manifestazione, coordinata da Letizia Pace, è stato anche presentato il libro dal titolo: "Il Cardinale e il labirinto di Dedalo" di Francesco Bellanti.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA