Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Agrigento, ecco il budget per girare in città alcuni episodi di Makarì

L'Associazione "Tante case, tante idee" aveva chiesto all'Amministrazione comunale di aumentare il budget, ma non è stata accontentata: "I soldi della tassa di soggiorno vanno spesi per incrementare le presenze"

Di Gaetano Ravanà

L’associazione Tante Case Tante idee è soddisfatta dell’incremento approvato dalla Consulta sul turismo al contributo per la registrazione delle nuove puntate della fiction Makari ad Agrigento, ma stigmatizza la scelta dell’amministrazione di destinare buona parte delle somme per spettacoli e iniziative locali in questo mese di agosto. “La scelta di concedere un contributo alla produzione televisiva- dice il presidente dell’associazione, Domenico Vecchio- è stata fatta perché non è accettabile che la nostra città venisse derubata ancora una volta da un’altra città siciliana, della promozione turistica che una fiction può dare al territorio. Nel primo caso si è trattato del Commissario Montalbano dell’agrigentino Andrea Camilleri, nel secondo caso di Makari di Gaetano Savatteri. L’associazione Tante Case tante idee ho subito capito l’importanza della scelta del nostro territorio come location ed ha votato e fatto votare per la concessione del contributo e addirittura per un aumento da 50 mila a 150 euro. Ma l’assessore ha preferito finanziare spettacoli ad agosto che servono solo per allietare qualche serata della popolazione locale e nulla hanno di turistico e nemmeno di promozionale. Senza un’adeguata promozione nessuno può programmare in tempo una gita ad Agrigento, primario obiettivo della Tassa di soggiorno. L’associazione ha votato contro questo tipo di spesa ribadendo che gli eventi vanno programmati, pubblicizzati e devono avere obiettivi precisi, come la destagionalizzazione del richiamo turistico con offerte adeguate in periodi di bassa stagione come dicembre, gennaio e febbraio. Spendere – conclude Vecchio- diversamente i soldi della tassa di scopo sarebbe solo uno sperpero inutile di denaro pubblico.”

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: