Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Calamonaci piange tre giovani vittime in un incidente stradale

Una famiglia distrutta a causa di uno scontro tra due autovetture. Le vittime sono Antonino Marsala e la moglie Raffaella Magliaro e il figlio della coppia, Lorenzo di 15 anni

Di Gaetano Ravanà

Dalla Sicilia in Piemonte oggi si racconta la morte di tre ex abitanti dei 1.201 di Calamonaci, vittime di un incidente stradale, sul raccordo autostradale Ivrea-Santhià, al chilometro 12 della bretella che collega l’autostrada Torino-Milano alla Torino-Aosta. Si sono scontrate due automobili, una Toyota Yaris e una Fiat Panda. Tre morti e tre feriti gravi. I deceduti originari di Calamonaci, residenti in Inghilterra e rientrati in Italia per le vacanze d’agosto, sono Antonio Marsala, 40 anni, la moglie Raffaella Magliaro, 32 anni, e il figlio della coppia, Lorenzo, di 15 anni. Hanno viaggiato a bordo della Fiat Panda. Secondo quanto emerso dalla prima e sommaria ricostruzione della dinamica del sinistro da parte della Polizia Stradale, l’automobile Fiat Panda, in marcia in direzione Santhià, si sarebbe ribaltata sulla carreggiata opposta, schiantandosi contro la Toyota Yaris. E poi la Panda, a seguito della collisione, si sarebbe impennata atterrando in una scarpata a ridosso della carreggiata, dove, tra la vegetazione, sono stati recuperati madre e figlio sbalzati fuori dall’abitacolo. I feriti tra i sedili della Toyota, una famiglia di Casale Monferrato con un bambino di due anni a bordo, sono stati trasportati in elisoccorso all’ospedale di Novara. Nel tratto di strada, teatro del violento impatto fatale, non vi è lo spartitraffico centrale. Le due carreggiate sono separate solo da un cordolo in erba. Non è la prima volta che nello stesso posto accadono incidenti gravi.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA