Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Carmelo Pullara: "Il Comune provveda a corrispondere ai vigili urbani quanto dovuto"

Il deputato regionale agrigentino ha inviato una nota al sindaco Pino Galanti: "E' inaccettabile questo ritardo per emolumenti dovuti"

Di Gaetano Ravanà

“Il Comune di Licata provveda immediatamente a corrispondere quanto dovuto ai Vigili Urbani che da anni non percepiscono il salario accessorio e lo straordinario.” 

Pubblicità

 E' il commento dell’onorevole di “Prima l’Italia” on. Carmelo Pullara.

“I Vigili Urbani del Comando di Licata-scrive Pullara- hanno deciso di prolungare lo sciopero e si asterranno dal lavoro nei giorni del 2-3 e 5 maggio. Uno sciopero che si ripercuote negativamente sulla città che si prepara a festeggiare il Santo Patrono. Ben si comprende come  l'assenza dei vigili rappresenterebbe un vero problema per l'organizzazione dei festeggiamenti in onore di Sant'Angelo. Ma chiaramente quella dei vigili urbani altro non è che un’azione forte di protesta contro il silenzio dell'amministrazione comunale verso una situazione che si protrae dal 2020.  I Vigili infatti è da allora che non percepiscono il salario accessorio e straordinario.  Da parte del Vice sindaco Montana vi era stata la promessa verbale di ottemperare  quantomeno al pagamento delle spettanze arretrate del 2020 entro e non oltre il 10 aprile. Cosa che non è avvenuta. Ma l'amministrazione comunale si rende conto  delle conseguenze che può avere l'astensione dal lavoro dei vigili in un periodo di festa come quella patronale in città?  Avevamo negli otto mesi del progetto Regione in Comune con una giunta cosidetta “targata Pullara” una delle scelte operate era la eliminazione della dirigenza per favorire  la contrattualizzazione a tempo pieno dei cosiddetti LSU stabilizzatati a partire da quelli in servizio, continuando poi con tutti gli altri, presso i punti ritenuti più urgenti, in particolare: Vigili Urbani, Ufficio Tecnico  e Ufficio Assistenza. Decisione questa che, come le altre, sono state disattese senza alcuna motivazione o diversa decisione. Tutti i nodi vengono al pettine. Avevo, a gennaio, proposto di mandare a casa Galanti, oggi sindaco di Licata, con tutto il suo circo, per avere già a giugno un nuovo sindaco, ma ha prevalso l’interesse del singolo su quello della collettività. Oramai il danno è fatto. Quanto meno Galanti e la sua giunta  - conclude Pullara - provveda subito a corrispondere  quanto dovuto ai Vigili urbani in modo da scongiurare lo sciopero, chiedo, inoltre, al consiglio comunale di pungolare e vigilare. “

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA