Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Chiama il 113 perché ha fame e non ha soldi. Gli agenti rispondono presente

L'uomo, in preda alla disperazione, anche perché da giorni a digiuno, si è fatto aiutare dalle forze dell'ordine che gli hanno fatto la spesa

Di Gaetano Ravanà

Trovatosi in gravi difficoltà economiche, ha pensato di rivolgere la sua richiesta di aiuto alla polizia di Stato, certo di non essere abbandonato nelle sue necessità. Gli agenti si sono subito attivati, e hanno comprato di tasca propria alcuni alimenti di prima necessità, e gli stessi si sono poi recati a casa dell’uomo per consegnargli la spesa.

Pubblicità

L’uomo, un cinquantenne di Agrigento, che vive da solo, e non ha parenti, fruitore del reddito di cittadinanza per sopraggiunti problemi di natura tecnica, non ha percepito la rata mensile del beneficio statale, che è l’unica sua fonte di sostentamento.

La mancata corresponsione dell’emolumento di fatto non gli ha consentito di soddisfare le basilari esigenze quotidiane, quali l’acquisto di beni di prima necessità e generi alimentari. Così è intervenuta la polizia di Stato, dopo la richiesta di aiuto arrivata al centralino del numero unico di emergenza “112”.

Appresa la situazione difficoltosa del cittadino, gli operatori unitamente al Dirigente dell’ufficio si sono adoperati, con donazioni spontanee, a fare una colletta in ufficio ed a fornire all’interessato, generi alimentari e quanto necessario per la cura della persona, segno di tangibile solidarietà.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA