Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Concessioni in spiaggia, dal 2024 si cambia

Il sindacato di categoria, sezione agrigentina, ha chiesto al Governo ed ai comuni di non farsi trovare impreparati

Di Gaetano Ravanà

Il secondo e definitivo organo di giustizia amministrativa, il Consiglio di Stato, ha emesso sentenza, dunque senza appello, tramite cui ha sancito che dal primo gennaio 2024 tutte le concessioni balneari dovranno essere assegnate con gara, senza eccezioni. Pertanto, tutte le attuali concessioni scadranno il 31 dicembre 2023. Il Parlamento non potrà concedere ulteriori proroghe. A seguito di ciò ad Agrigento si è riunito il Sib (Sindacato italiano Balneari) di ConfCommercio, e i dirigenti Giuseppe Caruana e Gero Niesi riferiscono: “Ai politici presenti all’assemblea, tra cui l’assessore regionale Toto Cordaro, il presidente della Commissione territorio e ambiente dell’Ars, Giusi Savarino, e il deputato del Movimento 5 Stelle, Filippo Perconti, abbiamo chiesto di portare la questione nelle sedi istituzionali, regionali e nazionali. Agli amministratori comunali presenti abbiamo chiesto di farsi trovare pronti con il piano spiaggia. Diversamente sarà un ulteriore problema che va ad aggiungersi a quelli già esistenti”.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: