Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Criticità negli ospedali di Licata e Canicattì: audizione in commissione speciale di indagine e monitoraggio delle leggi dell'Ars, guidata da Carmelo Pullara

Il Commissario dell'Asp, Zappia, ha rassicurato che i problemi di mancanza di medici e Oss verranno superati entro le prossime due settimane. Il parlamentare di "Prima l'Italia", ha quindi aggiornato la seduta tra 15 giorni

Di Gaetano Ravanà

Audizione in commissione speciale di indagine e monitoraggio delle leggi per verificare, alla luce anche della risoluzione del 27 ottobre del 2021, approvata in commissione sanità, lo stato di attuazione in relazione alle criticità che ancora attanagliano gli ospedali di Licata e Canicattì, per come rilevato anche dagli organi di stampa. Garantito l’impegno da parte della direzione aziendale dell'Asp per risolvere i problemi. Continueremo a monitorare.

Pubblicità

Lo ha annunciato l'onorevole di “Prima L'Italia” e presidente commissione speciale di indagine e monitoraggio delle leggi Carmelo Pullara.

Presenti all’audizione, i due sindaci rispettivamente di Canicattì e Licata , Corbo e Galanti, i presidenti consiliari della sanità del comune di Canicattì Muratore e di Licata Sambito e la direzione aziendale dell’Asp di Agrigento al completo con il commissario Zappia, il direttore sanitario Mancuso e il direttore amministrativo Mazzara, in uno ai direttori sanitari del PO di Canicattì Marano e del PO di Licata Collura. 

"Ho ribadito - sottolinea Pullara - che tenuto conto della carenza di medici in entrambi i presidi, problema di carattere nazionale, così come è previsto nella risoluzione occorre andare anche oltre la dotazione organica integrando il personale infermieristico e Oss per meglio assistere i pazienti. Inoltre per Canicattì è stata evidenziata la possibile chiusura del centro trasfusionale, primo in provincia per raccolta, e per Licata la criticità sempre a rischio chiusura del reparto di ortopedia per carenza di medici.  Il commissario Zappia, nel suo intervento, rassicurando me ed i due sindaci, cui ho chiesto di rimanere vigili sugli ospedali delle rispettive città, ha assicurato che è in fase di attuazione una riorganizzazione del personale infermieristico ed OSS che dovrebbe colmare le criticità. Mentre invece per quanto attiene il centro trasfusionale di Canicattì e il reparto di ortopedia di Licata ha escluso il pericolo di chiusura sottolineando che è già in corso un’attività ed una progettualità per superare le problematiche relative all’assenza di personale medico, anche utilizzando professionisti di altri ospedali della provincia ovvero convenzioni con altre strutture sanitarie.  La seduta -conclude Pullara - è stata aggiornata a quindici giorni, trovando la condivisione di tutti i presenti, per verificare se in effetti le criticità sono state superate".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA