Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Diplomi regalati, in 99 a giudizio

Nel mirino della Guardia di finanza sono finiti gli anni 2015/2016, e quello successivo

Di Gaetano Ravanà

Il Gup del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano ha disposto il non luogo a procedere per tre imputate, mentre per gli altri 99 è stato disposto il rinvio a giudizio, ma molte accuse sono cadute in prescrizione, nell’ambito del processo scaturito dall’inchiesta “Diplomat”, che ipotizza un giro di diplomi falsi. Gli imputati avrebbero messo in piedi il “diplomificio” con i titoli di studio, che sarebbero stati consegnati senza lezioni ed esami, e con la falsificazione dell’attività didattica. Nella lista anche quattro istituti in qualità di persone giuridiche di Licata, Canicattì e Ispica.

Pubblicità

La prima udienza del dibattimento è in programma il 27 giugno davanti ai giudici della prima sezione penale del Tribunale di Agrigento, presieduta da Alfonso Malato.

Nel mirino della Guardia di finanza sono finiti gli anni 2015/2016, e quello successivo. Sequestrati 22 diplomi di scuola superiore, che sarebbero stati irregolarmente conseguiti, nell’anno scolastico 2014/2015, da altrettanti studenti. Le accuse contestate dal procuratore capo Luigi Patronaggio, e dal sostituto procuratore Paola Vetro, sono a vario titolo di associazione a delinquere, falso e abuso di ufficio.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA