Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Fai d'Autunno: a Porto Empedocle, due giorni di festa

I ragazzi, diretti dalla preside, Anna Gangarossa, si sono trasformati per due giorni in Ciceroni. Boom di presenze nella Vigata di Andrea Camilleri

Di Gaetano Ravanà

Uno straordinario successo quello delle Giornata del Fai d'Autunno che ha visto coinvolti i ragazzi, trasformati per l'occasione in Ciceroni, dell'Istituto comprensivo "Pirandello" di Porto Empedocle, diretto da Anna Gangarossa. Nel corso della due giorni, è stato proposto un percorso che ha evocato cultura, cittadinanza attiva e letteratura. Una due giorni indimenticabile per i ragazzi e le loro insegnanti anche per la massiccia partecipazione della gente che è arrivata da più parti della provincia agrigentina e non solo.
Porto Empedocle, conosciuta come Marina di Girgenti fino al 1863. Vi nacquero e vi vissero Luigi Pirandello e Andrea Camilleri, che si ispirò proprio a questo borgo per disegnare la sua Vigatà. Poco lontano, a Racalmuto, è nato ed ha vissuto Leonardo Sciascia. Da queste parti è nata la strada degli scrittori, che celebra anche Tomasi di Lampedusa, Russello, Rosso di San Secondo e tanti altri.
"Grazie al FAI - ha detto la preside Anna Gangarossa - per favorire la riscoperta di questo patrimonio e contribuire all’educazione artistica e civica di tutti".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA